menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pensioni, manifestazione di Cgil, Cisl e Uil per modificare la legge Fornero

Spiega una nota: “Si chiede che venga ripristinata la flessibilità dell'età pensionabile e venga previsto il diritto alla pensione per tutti coloro che hanno raggiunto i 41 anni di contribuzione (a prescindere dall'età anagrafica)"

Circa 300 lavoratori e pensionati di CGIL CISL UIL di Forlì e di Cesena hanno manifestato di fronte alla Prefettura per sostenere la modifica della legge Fornero sulla previdenza e chiudere che, già nel disegno di legge di stabilità 2016, il Governo individui soluzioni adeguate. I Segretari di CGIL CISL UIL che sono intervenuti, hanno sostenuto con forza la necessità che si intervenga da subito.

Spiega una nota: “Si chiede che venga ripristinata la flessibilità dell'età pensionabile e venga previsto il diritto alla pensione per tutti coloro che hanno raggiunto i 41 anni di contribuzione (a prescindere dall'età anagrafica), sia per dare una risposta ai lavoratori precoci, sia per aumentare gli spazi occupazionali a favore delle giovani generazioni; venga prevista la proroga della normativa relativa “all'opzione donna” (calcolo della pensione con il sistema contributivo con 57 anni di età e 35 di contributi) per consentire alle lavoratrici che ne hanno necessità di uscire anticipatamente dal lavoro; vengano stanziate le risorse necessarie (utilizzando i risparmi dell'apposito Fondo) per chiudere definitivamente e positivamente “la questione esodati”, risolvendo anche i problemi dei macchinisti e delle “quota 96” per i lavoratori della scuola (penalizzati da un errore della legge Fornero)”.
 

CGIL – CISL - UIL di Forlì e di Cesena confermano il sostegno alla vertenza aperta da SPI, FNP, UILP con il Ministro Poletti sulla situazione dei pensionati, a partire da una soluzione strutturale sulla rivalutazione delle pensioni e, oltre agli interventi richiesti nella legge di stabilità, ritengono necessario, in futuro, correggere il sistema contributivo puro per assicurare una pensione dignitosa ai giovani. Conclude la nota: “E’ chiaro che se nella legge di stabilità che è in via di definizione, queste richieste non troveranno risposta, CGIL CISL UIL decideranno come intensificare le iniziative di lotta”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento