menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per gli auguri di Cariromagna Elio sul palco del Fabbri

Una serata di grande spettacolo all'insegna della musica e del teatro per Cariromagna, in occasione del tradizionale Recital degli Auguri di fine anno che si è tenuto al Teatro Diego Fabbri di Forlì venerdì sera alle ore 21 con Elio e i Fiati Associati

Una serata di grande spettacolo all'insegna della musica ha visto lo scorso venerdì sera Elio ed i Fiati Associati protagonisti del tradizionale "Recital degli Auguri" organizzato ed offerto da Cariromagna, la banca del Gruppo Intesa San Paolo radicata in tutto il territorio romagnolo con 114 sportelli , al servizio di oltre 147.000 clienti.

Il palcoscenico del Teatro Diego Fabbri di Forlì ha ospitato il poliedrico Elio - reduce dal successo di X Factor - in veste di cantante solista, insieme all'ensemble dei Fiati Associati, costituito da insigni musicisti di fama internazionale , Fabio Bagnoli all'oboe, Riccardo Crocilla al clarinetto, Paolo Carlini al fagotto e Paolo Faggi al corno, capitanati dal flauto traverso di Massimo Mercelli, "papà" dell'Emilia Romagna Festival , che ha curato la produzione dello spettacolo.

"Mozart alias Rossini", un insolito concerto- spettacolo in due atti, per mettere a confronto in chiave ironica due grandi della storia della musica , Rossini e Mozart, avvicinati attraverso un personaggio comune al repertorio operistico di entrambi, il barbiere di Siviglia, quel Figaro che ha sfidato luoghi comuni dell'epoca e deriso manierismi musicali , segnando per sempre l'opera lirica ,  non a caso così amato da Elio.

E inoltre, Elio e i Fiati Associati hanno eseguito alcuni cardini della parabola rossiniana, dalle opere comiche ai Péchés de Vieillesse, mentre, riguardo a Mozart, ci hanno fatto ascoltare l' "Ouverture" dal Flauto Magico e l' aria "Madamina il catalogo é questo" dal Don Giovanni. Gioacchino Rossini, assieme all’immancabile Mozart, per recuperare quel ritmo e quell’energia fondamentali per affrontare con grinta le nuove sfide.

E per riacquistare anche un po’ di ottimismo, tra una cavatina e un’ouverture, guidati dai trilli dei fiati e dalla voce dello scanzonato Elio. Come ha dichiarato l'artista in conferenza stampa, una formula alchemica originale, per far conoscere, attraverso l' ironia,  la musica classica ed operistica a chi ne é digiuno, soprattutto i giovani d'oggi. Va ricordato che Elio, afflitto da un' acuta faringite - che ha messo a rischio fino all'ultimo lo svolgimento della serata- ha invece eroicamente tenuto il palco fino agli immancabili bis, fra gli applausi di un divertito e stracolmo teatro Diego Fabbri .

“Una serata di teatro e grande musica – ha affermato Sergio Mazzi, presidente di Cariromagna – per augurare a tutti un sereno 2013. Con uno spettacolo carico di fascino, ironia e vitalità, viatico verso un nuovo anno pieno di sfide da affrontare e nuove prospettive da aprire con un rinnovato ottimismo.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento