Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Per ricordare i 160 anni dell'Unità d'Italia un video degli studenti con le interviste ai grandi del Risorgimento

Nonostante la pandemia in corso, la Prefettura di Forlì-Cesena non rinuncia alla celebrazione del 160° anniversario dell'Unità d'Italia, che cade mercoledì 17 marzo

Nonostante la pandemia in corso, la Prefettura di Forlì-Cesena non rinuncia alla celebrazione del 160° anniversario dell'Unità d'Italia, che cade mercoledì 17 marzo. Questo perché, come spiega il prefetto Antonio Corona, “la memoria è un bene da preservare e custodire”. Già in occasione di diverse altre ricorrenze di Stato il prefetto ha reso protagonisti – 'spaludando' certe cerimonie – gli studenti delle scuole del territorio, ed anche in quest'occasione proprio i giovani saranno i protagonisti, nonostante siamo “chiusi” nella didattica a distanza e impossibilitati quindi a collaborare su un progetto che inizialmente esta stato pensato come teatrale.

“Avevamo accantonato l'idea, ma nel suo messaggio di fine anno il Presidente della Repubblica ha fatto esplicito riferimento alla ricorrenza dei 160 anni e questo ci ha ridato coraggio. Avremmo voluto portare in scena, in un teatro, un lavoro del 2011, realizzato per i 150 anni, e mostrato con successo nelle Marche e nei territori dove sono stato presente – spiega Corona -. In questo caso porteremo il lavoro in video”.

L'opera prende il titolo di 'Oggi, 17 marzo 1861 - L'Italia s'è desta! - 160 anni fa, l'Unità”, realizzata dai giovani delle scuole sotto forma di “intervista alla Storia”, vale a dire di “interviste immaginarie” ai grandi protagonisti del Risorgimento. La rappresentazione sarà resa disponibile su internet fin dalla prima mattina del 17 marzo, sui seguenti canali:  il sito della Prefettura (www.prefettura.it/forlicesena), il sito 'Il Commento'  (www.ilcommento.it) e al link breve per la condivisione bit.ly/3qxSc98. 

Il video, della durata di circa un'ora e mezza, è stato realizzato con una serie di collaborazioni, tra cui centrale è stata quella con gli studenti del Liceo Artistico 'Canova', della casa di produzione 'Sunset' e del docente universitario Matteo Lolletti. Hanno fornito materiale storico anche la Biblioteca Saffi e il Museo del Risorgimento di Bologna. Conclude Corona: "Tutti festeggiamo il nostro compleanno, è singolare che non andiamo a festeggiare il compleanno della nostra nazione, cercando di destare l'interesse civico. Questa manifestazione virtuale è una delle poche che vengono realizzate a livello nazionale, sarebbe un peccato se l'occasione del 160isimo dell'Unità d'Italia passasse completamente in sordina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per ricordare i 160 anni dell'Unità d'Italia un video degli studenti con le interviste ai grandi del Risorgimento

ForlìToday è in caricamento