rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Piazzale Giovanni Giolitti, 1

Movente sessuale dietro il pestaggio: gli aggressori subito arrestati dai Carabinieri

Dovranno rispondere delle accuse di rapina aggravata in concorso e lesioni personali. L'indagine è stata seguita dal pubblico ministero Federica Messina

Sono stati subito assicurati alla giustizia i responsabili del pestaggio subìto nel cuore della nottata tra mercoledì e giovedì da un 38enne nei pressi di Piazzale Giolitti. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Forlì, diretti dal luogotenente Gino Lifrieri, affiancati dai militari della stazione di Villafranca, hanno arrestato due romeni di 16 e 21 anni, entrambi disoccupati e senza fissa dimora. Dovranno rispondere delle accuse di rapina aggravata in concorso e lesioni personali. L'indagine è stata seguita dal pubblico ministero Federica Messina.

I FATTI - Rapporti sessuali all'origine del pestaggio. Tutto ha avuto inizio nella tarda serata di mercoledì, intorno alle 23, quando il 38enne, fermo con l'auto in via Della Libertà, è stato avvicinato dal 16enne, tentando di convincerlo ad appartarsi per avere un rapporto sessuale a pagamento. Al suo rifiuto, il giovane, dichiaratosi fortemente attratto da lui, è riuscito ad ottenere un giro in auto, per poi appartarsi per scambiarsi effusioni, solo dopo averlo rassicurato di non volere denaro in cambio.

Successivamente, verso l'1.30, riaccompagnato il giovane in piazzale Giolitti, l'ha minacciato di denunciarlo per essersi approfittato sessualmente di lui, di farlo arrestare e di diffondere la notizia dell’accaduto in giro per rovinargli la reputazione se non gli avesse consegnato del denaro. Non avendo tuttavia ottenuto quanto richiesto, mentre i due discutevano fuori dall’auto, è sopraggiunto un complice connazionale. Ques'ultimo ha bloccato la vittima dalle spalle, aggredendola con calci e pugni, rinnovando la richiesta di denaro. Alla fine l’uomo, pur di non subire ulteriori percosse, ha consegnato 120 euro.

I due malfattori però, non ritenendosi appagati, hanno continuato ad aggredirlo. Successivamente, mentre uno dei due lo teneva immobilizzato, l’altro ha frugato all’interno del portafogli alla ricerca di ulteriore denaro che però non aveva. Quindi si sono allontanati a piedi, lasciandolo a terra tramortito. Subito dopo la vittima ha richiesto telefonicamente l’intervento dei Carabinieri i quali sopraggiunti sul posto e sostenuti da una seconda pattuglia, dopo aver raccolto la descrizione dei due responsabili, hanno attivato le ricerche, rintracciando i due all’interno della sala d’attesa della stazione ferroviaria.

I responsabili sono stati fermati e, attraverso il riconoscimento da parte della vittima, tratti in arresto. Trovata in loro possesso e sequestrata la somma di denaro trafugata. Il 38enne è stato portato al pronto soccorso per le cure del caso, dove gli è stata riscontrata la frattura dell’ottava costola, un trauma cranico e ferite lacero contuse alle labbra e sul corpo. Il 21enne si trova alla Rocca di Forlì, mentre il 16enne al centro di prima accoglienza per minori di Bologna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movente sessuale dietro il pestaggio: gli aggressori subito arrestati dai Carabinieri

ForlìToday è in caricamento