rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Lo storico videonoleggio chiude, una petizione per non perdere un patrimonio di 15mila film: "Il Comune rivaluti l'offerta"

L'attività di viale Roma, è stata la prima in città, aperta dal 1983, gestita ora da Davide Girardi, 43 anni, e aperta dalla madre, Carla Torri

Il 31 gennaio si chiude un'era a Forlì, quella del videonoleggio, con l'ultimo baluardo che abbassa le serrande: "Hollywood Videofilm". L'attività di viale Roma, è stata la prima in città, aperta dal 1983, gestita ora da Davide Girardi, 43 anni, e aperta dalla madre, Carla Torri. Parte da Stefano Leucci una petizione online sulla piattaforma "Change.org" per impedire che "tutto l'archivio di Hollywood venga ceduto fuori da Forlì". In poche ore sono state raccolte oltre 100 firme.

Si legge nel contenuto della petizione: "Da una comunicazione ufficiale del gestore-proprietario, abbiamo appreso che era stata avanzata al Comune di Forlì la proposta di acquistare (ad una cifra nettamente inferiore al reale valore del blocco) l’intero patrimonio dei 17mila dvd destinati al noleggio, per integrarli e creare una mediateca pubblica e renderli disponibili gratuitamente per la cittadinanza, ma che la proposta non è stata accettata. Noi crediamo fortemente nel valore della cultura anche cinematografica, crediamo che affiancare alla biblioteca una mediateca possa essere di stimolo alle nuove generazioni, crediamo che la presenza di una mediateca nella nostra città possa essere utile a scuole, università, attività di centri educativi e di parrocchie per i giovani".

Prosegue la petizione: "Forlì ormai da molti anni è un centro universitario ragguardevole, cerchiamo di offrire agli studenti fuori sede anche nuovi stimoli culturali. Per questo motivo chiediamo al sindaco di Forlì e tutta l'amministrazione comunale, di riconsiderare la proposta dell’acquisto del patrimonio di videofilm sopra citato e di attivarsi per creare anche una mediateca pubblica. Sarebbe un’iniziativa molto buona per i giovani e per la città tutta".

Il patrimonio della videoteca è composto da circa 10mila dvd e 5mila videocassette, con moltissime chicche: "I film rari sono davvero centinaia - aveva spiegato a ForlìToday Girardi -. Si va da 'I duellanti' di Ridley Scott ad 'Amanti perduti', passando da vari film di Robert Altman, come 'America oggi' e 'Il lungo addio', fino ad alcuni titoli cult sconosciuti ai più, come il francese 'Adrenaline' o il giapponese 'Battle Royale'. Ci sono poi edizioni Vhs rarissime come la prima di 'Blade Runner' o 'L'aldilà' di Lucio Fulci. Oppure, sempre in cassetta, tanti titoli della Disney, dal famoso 'I racconti dello zio Tom' fino al dimenticato 'I ragazzi di Camp Siddons'. La cosa buffa è che la rarità ha poco a che fare con la qualità del film: agli occhi di un collezionista 'Il nome della rosa' è introvabile come 'Jolly Blue', il film degli 883".

Cosa ne sarà di tutto questo? “Il nostro intento principale è di mantenere integro il corpus dei film e non disperdere un lavoro di acquisizione di 40 anni. Da qui la scelta di evitare lo 'svuota tutto'. Abbiamo proposto al Comune di Forlì di integrarli per costituire una mediateca pubblica e renderli disponibili gratuitamente per la cittadinanza. La proposta non è stata accettata - aveva spiegato Girardi -. Al momento siamo in trattativa con la Repubblica di San Marino che sta valutando l’acquisizione in blocco dell’intero catalogo e nel frattempo altri soggetti stanno valutando la cosa. Se la cessione non andasse in porto i film diventeranno semplicemente una collezione privata”. Fino al 31 gennaio “continuaimo la nostra attività normalmente, abbiamo circa 2mila film doppi che vendiamo scontati, più tutto il settore a luci rosse”. "Hollywood è l'ultimo videonoleggio di Forlì, vengono da tutta la Romagna”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo storico videonoleggio chiude, una petizione per non perdere un patrimonio di 15mila film: "Il Comune rivaluti l'offerta"

ForlìToday è in caricamento