Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Un pezzo di stazione spaziale caduto nel Forlivese? Completate le analisi, ecco cos'era

Il tutto era partito come una segnalazione proveniente dalla campagna forlivese mentre la stazione spaziale cinese in caduta libera si stava distruggendo nell'atmosfera terrestre

Il tutto era partito come una segnalazione proveniente dalla campagna forlivese mentre la stazione spaziale cinese in caduta libera si stava distruggendo nell'atmosfera terrestre: "Correte, in un fosso c'è un pezzo della struttura spaziale cinese precipitata sulla Terra". La curiosa segnalazione, benché apparsa fin dall'inizio dovuta, principalmente, alla psicosi sul rientro in atmosfera della Tiangong-1, è stata correttamente gestita dai vigili del fuoco, seguendo scrupolosamente il protocollo previsto in questi casi, con gli operatori specializzati del nucleo Nbcr (quello che gestisce i rischi nucleari, batteriologici, chimici e radiologici) in azione.

L'allarme è scattato verso le 11 del giorno di Pasquetta, in via Narsete, zona Bagnolo, vicino al vivaio Sisaflor e parlava di un oggetto non identificato arrivato dal cielo che fumava. A segnalare l'oggetto è stato un ingegnere residente in zona, sulla scorta della segnalazione di un vicino di casa. L'oggetto, descritto come piovuto dal cielo e precipitato in terra con una fiamma, è stato raccolto e analizzato dai vigili del fuoco. Che dopo alcune analisi nei giorni successivi hanno potuto, come era prevedibile, scongiurare rischi per la popolazione e ritenere non fondata l'ipotesi che appartenga alla stazione spaziale cinese. La verifica sull'eventuale radioattività è stata subito negativa. Negativi anche i successivi controlli per quanto riguarda anche le altre fonti di pericolo. 

L'oggetto è stato infine accuratamente osservato. Non presentava alcuna deformazione come avrebbe dovuto avere anche nella remota possibilità che si fosse salvato dalla polverizzazione in atmosfera. Neppure l'area di caduta ha permesso di identificare buchi nel terreno, aree di terra ed erba bruciata. Per altro uno dei presenti, prima dell'arrivo dei vigili del fuoco lo ha buttato in acqua, in un fosso vicino, con un forcone (descrivendo l'impatto con l'acqua come un impatto con un oggetto incandescente). Di cosa si trattava quindi? Di un oggetto in tutto e per tutto simile ad un tappo di radiatore o di un serbatoio. Insomma, nessuna alta tecnologia spaziale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un pezzo di stazione spaziale caduto nel Forlivese? Completate le analisi, ecco cos'era

ForlìToday è in caricamento