Cronaca

Piazza Saffi capitale del liscio: celebrato il grande amore di Secondo Casadei con Forlì e la Romagna

Un'occasione per raccontare il grande amore di Secondo Casadei con Forlì e la Romagna anche attraverso le canzoni-cartolina, che furono un vero e proprio boom dell’epoca

Una Piazza Saffi vestita a festa ha fatto da cornice sabato sera alla prima delle due serate di "Cara Forlì, la Grande Festa del Liscio" per raccontare la lunga storia d’amore tra Secondo Casadei, Forlì e la Romagna, tra musica, libri, scuole di ballo, serie web tv, mostre di abiti e contest per i giovani per un rilancio di questa grande musica che sta di nuovo conquistando l’Italia grazie alla partecipazione al Festival di Sanremo degli Extraliscio e un’auspicata ripartenza di tutto il settore.

Nella ricorrenza del cinquantesimo anniversario della scomparsa del Maestro Secondo Casadei e nell’anno della scomparsa del nipote Raoul, l'amministrazione comunale di Forlì ha promosso, in collaborazione con la Famiglia del Maestro, organizzato da Materiali Musicali, organizzatori tra gli altri del Meeting delle Etichette Indipendenti e della Festa della Musica dei Giovani nella Capitale Culturale d’Italia, una significativa proposta culturale e musicale capace di restituire in pieno il significato dell’opera del grande “Strauss di Romagna” come veniva chiamato il grande Maestro.

Un'occasione per raccontare il grande amore di Secondo Casadei con Forlì e la Romagna anche attraverso le canzoni-cartolina, che furono un vero e proprio boom dell’epoca, capaci di raccontare il territorio romagnolo. Ad esibirsi le Orchestre di Roberta Cappelletti e La Storia di Romagna, presentate da Moreno Il Biondo, guest star della serata reduce dai successi del Festival di Sanremo, insieme ad Alessia Dalcielo, con ospiti di grande prestigio come la prima viola dell’Orchestra della Scala di Milano Danilo Rossi, Mirco Gramellini & Martina Ricci e il grande duo indimenticato di Renzo & Luana fino alla mezzanotte accompagnati dai ballerini della New Dance Club di Forlì.

Ad aprire il ricco programma, alla presenza del sindaco di Forli Gian Luca Zattini e di Riccarda Casadei, figlia del grande maestro Secondo Casadei, la presentazione della web serie tv "Secondo Tempo" dedicata a Secondo Casadei in quattro puntate illustrata dall’attore Francesco Belli con il regista Marco Lombardini e il produttore creativo Enrico Garattoni insieme a tutti i protagonisti e agli ospiti Armando Faccani del Cub Secondo Casadei, il giornalista FedericoSavini e il cantautore Gregor Ferretti. Si è proseguito poi con la presentazione del libro di Mario Russomanno “L’uomo che fece i romagnoli”, per poi dare spazio al meglio della produzione musicale Made in Romagna.

Il programma di domenica

Domenica si parte dalle 17 sempre in Piazza Saffi e sempre con la presenza dei ballerini della New Dance Club, con la banda itinerante , che parte da Corso della Repubblica, della mitica Banda di Civitella e Cusercoli che ripercorrera’ le canzoni di Secondo Casadei accompagnata da Majorettes e St-ciucaren, per poi proseguire con il progetto Made in Romagna Secondo Casadei del pianista Vittorio Bonetti insieme allo scrittore Cristiano Cavina, per proseguire con due progetti originali Made in Forlì dedicati al Liscio come l’Orchestra CosaFolk di Forlì dedicata alla riscoperta del folklore romagnolo composto da allievi e docenti di Cosascuola Music Academy di Forli, diretta da Giordano Giannarelli e ideata da Luca Medri, con Matilde Montanari, cantante, Raffaele Calboli, batteria, Ezio Tozzi, chitarra, Nicolas Biondini, basso, Maurizio Vallicelli, clarinetto e sax, Luca Calbucci, sax e clarinetto, Omar Brui, tastiere, Roberto Gori, fisarmonica e Giordano Giannarelli, fisarmonica e arrangiamenti per proseguire con l’Orkestra Pazzesca formata da storici musicisti forlivesi come Moreno Lombardi, chitarra e voce, Vince Vallicelli, batteria, Mirco Picchi, pianoforte, Giorgio Fabbri, basso, Federico Montefiori, sax, insieme al cantante degli Equ Gabriele Graziani.

Tra le due orchestre si esibiranno si terranno le esibizioni dei vincitori del contest “Il Liscio nella Rete” a cura del Mei dedicato ai giovani musicisti under 35 che reinterpretano i brani del miglior liscio romagnolo accompagnati da alcuni riconoscimenti speciali: hanno vinto e si esibira’ il duo delle Emisurela delle sorelle Anna e Angela De Leo che con Tramonto al violino e fisarmonica ha sbaragliato tutti i concorrenti e hanno vinto una bellissima e preziosissima Fisarmonica Scandalli regalata dal fisarmonicista faentino Aldo Fabbri. Il duo poi si esibira’ al Mei di Faenza dal 1 al 3 ottobre.  

Inoltre si esibiranno anche i Sunadur, ensemble che prosegue a portare avanti la tradizione di Secondo Casadei, mentre tra gli ospiti dell’Orkestra Pazzesca troviamo ancora i cantanti Maurizio Tassani e Michele Fenati. Tra gli ospiti dal vivo i vincitori del Premio Videoclip dell’Anno che saranno Moreno il Biondo, che ha vinto con il clip “Stelle Lucenti” realizzato insieme al Grande Evento e scritto da Carlo Marrale, e Anna Maria Allegretti, vincitrice con il videoclip Controvento, giudicati da una giuria coordinata da Fabrizio Galassi, coordinatore del Premio Italiano Videoclip Indipendente. I premi speciali de Il Liscio nella Rete per la promozione della musica romagnola andranno a Gregor Ferretti, Federico Savini, Sunadur, Banda del Passatore, Michele Fenati e Maurizio Tassani.

Gran finale infine con i cantautori Andrea Mingardi, accompagnato da Maurizio Tirelli, e Francesco Baccini ospiti dei forlivesi dell’Orkestra Pazzesca con brani del Maestro Secondo Casadei e brani propri mentre il gran finale della serata e’ tutto per Orietta Berti, la regina dell’estate. Sarà infatti la cantante Orietta Berti, in testa a tutte le classifiche del momento, nella serata conclusiva di domenica a calcare il palcoscenico allestito nel cuore del centro storico forlivese e ad esibirsi in un concerto dal vivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Saffi capitale del liscio: celebrato il grande amore di Secondo Casadei con Forlì e la Romagna

ForlìToday è in caricamento