menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Piazza Saffi deserta nella domenica primaverile. Qualche "furbetto" a passeggio lungo l'argine del Montone

Percorrere le strade di Forlì domenica era a dir poco surreale. Il sindaco Gian Luca Zattini ha fatto una perlustrazione del centro

Piazza Saffi deserta. Qualche passante sul percorso pedonale lungo il Montone. Percorrere le strade di Forlì era a dir poco surreale. E' la prima domenica primaverile da quando tutt'Italia è divenuta "zona protetta" per fronteggiare la diffusione del coronavirus. Il sole e le temperature piuttosto gradevoli sono state forti tentazioni per una passeggiata. C'è chi non ha resistito, chi invece si è attenuto al motto "Io resto a casa". Il sindaco Gian Luca Zattini ha fatto una perlustrazione del centro della città: "Ho verificato come i nostri cittadini abbiano recepito il messaggio di stare in casa, anche se mi sono limitato ad alcune zone del centro dove ora vivo. Ho trovato una città molto rispettosa delle norme. Se stiamo in casa, tutti insieme ce la faremo".

Il vicesindaco Daniele Mezzacapo ha risposto su Facebook a chi segnalava passeggiate di gruppo o comunque senza rispettare il metro di distanza da persona a persona: "Con l'ordinanza sindacale (in vigore da sabato, ndr) l'amministrazione comunale ha deciso di chiudere parchi, aree giochi e cimiteri per evitare assembramenti di persone. Per chi ancora non lo avesse capito, la situazione è grave oltre che seria. Camminare in gruppi e con pettorine lungo l'argine del fiume Montone non significa essere furbi, ma semplicemente mancare di rispetto a tutti coloro che invece sono chiusi in casa a rispettare sé stessi e gli altri, come la legge prevede.

Domenica, ha proseguito il vicesindaco, "gli agenti della Polizia Municipale, Polizia di Stato, Carabinieri, Finanzieri, Infermieri, Medici e volontari sono stati impegnati per prevenire e combattere la diffusione di massa del virus. Tutte queste persone ora, rischiano a loro volta la propria salute per alcuni forlivesi che purtroppo se ne disinteressano. Per coscienza però domenica la maggior parte dei cittadini è a casa confinandosi all'interno delle loro mura (comprensibilmente a fatica) e rispettando la legge. Però quei pochi irrispettosi così facendo, mettono a rischio e compromettono il lavoro di tutti noi".

strada-deserta-coronavirus-2

piazza-saffi-deserta-coronavirus-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento