Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Picchiato dopo il bacio gay, le associazioni: "I Comuni e il locale condannino l'atto di violenza"

"Come associazioni del territorio impegnate sui temi della lotta alle discriminazioni chiediamo alle istituzioni e alla cittadinanza tutta di prendere una posizione netta e incontrovertibile di condanna verso tale atto di violenza omofoba”

“L’aggressione omofoba ai danni di un ragazzo forlivese a Cesenatico presso il Molo9Cinque nella notte del 30 luglio rappresenta un fatto gravissimo. Come associazioni del territorio impegnate sui temi della lotta alle discriminazioni chiediamo alle istituzioni e alla cittadinanza tutta di prendere una posizione netta e incontrovertibile di condanna verso tale atto di violenza omofoba”: lo scrivono un gruppo di associazioni che si battono per i diritti.

“Questo episodio mette in evidenza ancora una volta come in Italia il contrasto alla violenza omo-lesbo-bi-transfobica sia un tema su cui ci sono passi enormi da compiere a tutti i livelli della società: da quello della formazione, a quello della sicurezza, a quello culturale, giuridico e sanitario. Mentre nelle aule parlamentari le forze politiche sembrano fare di tutto tranne che prendere coscienza della gravità della condizione della comunità lgbt+ e del rischio che queste persone corrono quotidianamente, nelle strade, nelle piazze, nei locali pubblici, l’omolesbobitransfobia resta una drammatica costante”.

“Siamo certi che le rappresentanze istituzionali del nostro territorio non tarderanno a dichiarare il proprio sostegno alla vittima di questo atto violento e discriminatorio, e che vorranno cogliere questa triste occasione per intervenire con azioni propositive formative e informative rinnovando l’impegno a contrastare questi fenomeni di discriminazione contro minoranze e soggettività oppresse. Ci auguriamo inoltre che il locale dove si è consumato questo episodio voglia esporsi al più presto sul tema anche attraverso campagne di comunicazione anti-discriminatorie che chiariscano all’utenza che all’interno di quegli spazi non sarà ammessa questa orrenda normalizzazione dell'omolesbobitransfobia, ovviamente questo invito è da considerarsi esteso a tutte le realtà che aprono i propri spazi al pubblico, affinché questo possa essere l’inizio di un percorso di educazione al rispetto per tutti”.

Firmano la nota Un secco no Forlì; REA collettivo di genere; Parità di Genere Forlì; ANPI Forlì; ANPI Forlì-Cesena; Circolo UAAR Forlì-Cesena; Consulta Laica Forlivese; UDU Forlì; Rete degli Studenti; Forlì Città Aperta; Tavolo permanente delle Associazioni contro la violenza sulle donne – Forlì; Associazione voceDonna; Forum delle donne; UDI Forlì; Il progresso delle idee; La materia dei sogni; Tutto a sinistra - La sottile linea rossa; ARCI Forlì; ARCI Cesena; CGIL Forlì; CGIL Cesena; UIL Forlì; Rimbaud Cesena; AMIGAY aps; Famiglie Arcobaleno Emilia-Romagna e Marche; Gay Lex; Arcigay Rimini Alan Turing; Arcigay Ravenna Elio Venturi; Arcigay Reggio Emilia; Grotta Rossa Rimini; Collettiv? X; Chiesa Pastafariana dell'Area Pasta Romagna.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiato dopo il bacio gay, le associazioni: "I Comuni e il locale condannino l'atto di violenza"

ForlìToday è in caricamento