menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Isoldi resta in carcere. Un altro no ai domiciliari

La revoca della custodia richiesta dai difensori dell'immobiliarista, arrestato l'11 giugno scorso e accusato di frode fiscale, appropriazione indebita ed estorsione, è stata bocciata giovedì pomeriggio

Dopo 100 giorni di carcere un altro no del giudice Giovanni Trerè alla scarcerazione di Pierino Isoldi. La revoca della custodia richiesta dai difensori dell'immobiliarista, arrestato l'11 giugno scorso e accusato di frode fiscale, appropriazione indebita ed estorsione, è stata bocciata giovedì pomeriggio. La Procura di Forlì aveva dato parere favorevole per il passaggio agli arresti domiciliari, ma il gip ha detto no. Isoldi potrebbe reiterare il reato, questo il motivo.


Il legali Filippo Poggi e Ciro Pellegrino hanno tentato già quattro volte di fare scarcerare il loro assistito, ma hanno incassato il quarto no. Dopo un mese in carcere arrivò la prima richiesta, rigettata sempre dal giudice Trerè, poi il no del Tribunale del Riesame di Bologna. Il ricorso in Cassazione è stato presentato 6 agosto, ma per evitare tempi troppo lunghi, la richiesta di scarcerazione fu di nuovo inoltrata al Tribunale di Forlì, dove a rifiutarla, questa volta, fu il giudice Luisa Del Bianco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento