rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Piero, il forlivese che ha fatto rinascere una splendida isola turistica nel Pacifico

L'esperienza di un romagnolo che decide di rilanciare il turismo su un'isola a colpi di piadina e tagliatelle

“Romagna mia, lontan da te non si può star..”, così dice una delle canzoni del folklore romagnolo più conosciute. L'esperienza di un forlivese conferma che, per un romagnolo, è in realtà possibile stare lontani fisicamente dalla Romagna, ma in ogni caso “finisci per portarla con te ovunque vai”, come afferma lui stesso. 

LA STORIA - Piero Pretolani, forlivese classe 1972, ha lasciato l'Italia nel 1998 armato di coraggio, spirito d'iniziativa e un briciolo di follia, uniti a tanta voglia di fare esperienza. Destinazione Centro-America, dove, dopo varie esperienze lavorative in ambito gastronomico, si stabilisce nel 2007 nell'isola Contadora, un chilometro e mezzo quadrato di spiaggie bianche, situata nell'arcipelago Las Perlas, nel golfo di Panama. 

“Contadora, era stata negli anni '70 e '80 un fiore del turismo – racconta Pretolani– visitata da celebrità come Julio Iglesias e Sophia Loren, nonché luogo di incontro per diplomatici panamensi e internazionali, che si davano appuntamento lì per discutere e stipulare importanti contratti. Poi, durante il mandato del presidente di Panama Noriega, il turismo panamense subì un drastico calo che colpì anche Contadora, e nei primi anni 2000, l'isola cadde in un totale stato di abbandono. Io arrivai a Contadora nel 2007 e cominciai a lavorare in un Bed and Breakfast dove mi occupavo anche della ristorazione. L'isola appariva ai miei occhi come un'attrazione turistica da riscoprire e da rilanciare; così, un anno dopo il mio arrivo, decisi di mettermi in proprio e cominciare a gestire delle casette, cucinando anche i pasti per i visitarori, in modo da sviluppare un turismo privato. Piano piano mi feci conoscere prima soprattutto dalle ricche famiglie panamensi. E' soltanto grazie alla “verve” romagnola e al cibo preparato con lo stile semplice ma curato che caratterizza la tradizione romagnola, che sono riuscito a conquistare il loro interesse, tanto che ancora adesso mi chiamano per cucinare ai loro party privati a Panama City, con precisa richiesta di preparare tagliatelle, piadina e antipasti di pesce cucinati in stile romagnolo”.

IL PRESENTE - “Nel 2012 grazie alle insistenze dei miei clienti, - racconta Pretolani-  decido di aprire il ristorantino creativo Casa Tortuga, al quale possono accedere tutti i frequentatori dell'isola, non solamente quelli che alloggiano nelle casette da me gestite. Insieme al ristorante, dove quattro sere alla settimana preparo un menù fisso a base di carpacci di pesce fresco, tagliatelle ai gamberi, fettuccine all’aragosta e focacce fatte in casa accompagnati da Trebbiamo e Sangiovese di Romagna, inauguro anche il Welcome Center, ovvero l'unico punto di accesso all'isola, dove arrivano tutti i ferry boat e gli elicotteri e dove i turisti possono concedersi una pausa dopo il viaggio con una piadina romagnola, un rotolino o un crescione”. 

isola contadora

“Il cibo servito a Casa Toruga – continua Pretolani - è preparato con cibo fresco, il pesce è pescato direttamente sull'isola e l'ambiente è molto intimo e familiare. Voglio che i miei clienti si sentano avvolti dallo spirito caldo e accogliente tipico della mia terra. Ho scelto il menù fisso e non quello alla carta per impedire che il mio lavoro diventi noioso: voglio poter continuare a divertirmi ed è anche per questo che ho lasciato ai clienti la possibilità di disegnare sulle pareti del ristorante. Per me era importante creare un ambiente caloroso dove mio figlio, che ora ha 8 anni, potesse giocare con bambini provenienti da tutto il mondo.  Con gli anni il turismo a Contadora è decisamente ripartito e ora è accessibile alla tasca di qualsiasi turista che desideri una pausa dal caos quotidiano”.

Grazie all'impegno di Piero e di altri che, seguendo la sua intuizione, hanno deciso di investire sul turismo di Contadora, ora l'isola è di nuovo uno dei siti turistici più frequentati di Panama. I ferry boat che collegano l'isola alla città di Panama sono passati da una tratta bisettimanale a due tratte giornaliere e anche la compagnia aerea nazionale di Panama ha creato un collegamento giornaliero con un elicottero che in venti minuti porta i turisti da Panama City all'isola di Contadora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piero, il forlivese che ha fatto rinascere una splendida isola turistica nel Pacifico

ForlìToday è in caricamento