Molte famiglie rinunciano al mare, è boom di piscine in giardino. I rivenditori: "E' il prodotto dell'anno"

Con i dubbi sulla sicurezza delle vacanze al mare e la necessità di far svagare i bambini chiusi in casa da mesi, il boom di richieste per le piscine da parte delle famiglie ha paralizzato il mercato anche a Forlì

Un nuovo collo di bottiglia, dopo il caso delle biciclette, investe ora un diverso mercato, quello delle piscine, in particolare quelle fuori terra. Da circa un mese infatti le richieste per questo tipo di piscine, che richiedono minori lavori e anche un minore investimento, sono salite in modo esponenziale. Ci sono molte ragioni per acquistare una piscina in un periodo come questo, fra lockdown, distanze di sicurezza, obbligo di mascherine e gel disinfettanti. Soprattutto se in questi mesi si sono tenuti i figli in casa fra quattro mura, al primo affacciarsi del bel tempo è sorto il problema: come far svagare i bambini durante le lunghe giornate estive? E fra un bonus vacanze dalle modalità farraginose e la preoccupazione di dover gestire bambini pieni di energia in spiaggia, evitando che tocchino ovunque e che violino distanze di sicurezza, la soluzione più semplice è quella di portare la frescura dell'acqua nel giardino di casa, o sul terrazzo nel caso sia dotato di un'ampia metratura.

"Le piscine sono il prodotto di quest'anno – annuncia Nina, la caponegozio del Brico Io di via Golfarelli. – I rifornimenti sono stati fatti sulla base delle vendite dell'anno scorso, ma non era stato messo in conto questo guaio del coronavirus, e i rifornimenti scarseggiano, anche perché noi siamo un negozio di fai da te e vendiamo piscine fuori terra come prodotto stagionale fra molti altri. Abbiamo terminato le scorte per le piscine più grandi. Le spese si aggirano intorno a un massimo di 400 euro per piscine di pochi metri, e parliamo sempre di famiglie con bambini."  Anche Zannoni s.r.l., rivenditore di piscine di due marche distribuite a livello nazionale, è stato sommerso di richieste: si parla addirittura di consegne previste per novembre, tanto è il volume degli ordini. Tamara Mordenti di Arredamenti Mordenti restituisce lo stesso trend: "anche noi abbiamo venduto molto più rispetto all'anno scorso: hanno iniziato a contattarci dall'inizio del lockdown, non appena le persone hanno iniziato a realizzare che c'era il rischio di passare l'estate in casa."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un'auto in sorpasso, sciagura in via Del Partigiano: ciclista perde la vita

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento