menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Forlì a Forlimpopoli in bici: taglio del nastro della ciclopedonale 'Fabio Casartelli'

Oltre a garantire un collegamento alternativo all'automobile lungo la via Emilia, il percorso mette in collegamento i sistemi urbani e ciclabili esistenti, creando un'unica rete estesa nel territorio dei due Comuni

Si inaugura sabato il percorso ciclo-pedonale che collega Forlì a Forlimpopoli dedicato al campione di ciclismo Fabio Casartelli, scomparso nel 1995, durante il Tour de France, alla giovane età di venticinque anni. Medaglia d’Oro alle Olimpiadi di Barcellona del 1992 e atleta professionista affermato a livello internazionale, Casartelli era fortemente legato, per motivi familiari, a Forlì. E proprio questo grande rapporto affettivo con la città, con il territorio e con il tessuto sportivo e associazionistico è alla base della decisione di dedicare alla sua memoria il percorso ciclo-pedonale.

Oltre a garantire un collegamento alternativo all'automobile lungo la via Emilia, il percorso mette in collegamento i sistemi urbani e ciclabili esistenti, creando un'unica rete estesa nel territorio dei due Comuni. La distanza complessiva tra Piazza Saffi a Forlì e Piazza Garibaldi a Forlimpopoli è di circa sette chilometri con una percorrenza stimata in circa 30-40 minuti in bicicletta e di un'ora e mezza a piedi. Si tratta di un tracciato riservato a ciclisti e pedoni che muovendo dall’esistente pista urbana di Forlì prosegue fino alla città artusiana.

Dopo la realizzazione alcuni anni fa del tratto fra il Ronco e via Luciano Lama (già via del Tratturo) è ora stata completata l’ultima porzione fra via Lama e Forlimpopoli. Quest’ultimo tratto ha una lunghezza di 2 chilometri e 100 metri, è dotato di illuminazione pubblica a led e di un sottopasso per l’attraversamento della circonvallazione di Forlimpopoli. L’opera interessa i due comuni ed è stata realizzata con un finanziamento di 1 milione e 450 mila euro, di cui circa 935 mila euro della Regione Emilia Romagna nell’ambito del Piano di Azione Ambientale, 116 mila euro di contributi ministeriali del Prusst (Programma di riqualificazione urbana per lo sviluppo sostenibile del territorio) e la restante parte finanziata dagli Enti locali.

LA PEDALATA D'APERTURA - Il programma avrà inizio, condizioni meteorologiche permettendo, alle ore 10.30 con il ritrovo in Piazza Saffi di fronte all’atrio di ingresso del Municipio della “staffetta inaugurale” sulle biciclette del servizio “Bike sharing” di “Forlì Mobilità Integrata”. Il gruppo sarà composto dai familiari di Casartelli, amministratori, rappresentanti del mondo sportivo ed è aperto a tutti i cittadini. La staffetta ciclistica percorrerà il percorso in direzione di Forlimpopoli con tappa all’altezza della rotatoria fra la via Emilia e via Luciano Lama (già via del Tratturo).

Alle ore 11.30 nell’area verde accanto alla Pista Ciclo-pedonale in prossimità della rotatoria fra via Emilia e via Luciano Lama si svolgerà la cerimonia di scoprimento della Targa con dedica del percorso a Casartelli. Insieme ai familiari di Fabio Casartelli, saranno presenti allo scoprimento il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco di Forlì Davide Drei, il sindaco di Forlimpopoli Mauro Grandini, e rappresentanze delle istituzioni, del mondo sportivo e delle associazioni. In caso di maltempo si svolgerà unicamente la cerimonia alle ore 11.30.

Rinvio dell'Energy Day - La manifestazione si sarebbe dovuta concludere nell’ambito dell’Energy Day, grande iniziativa dedicata ai temi dell’energia, dell’ambiente e dell’innovazione organizzata a Forlimpopoli in programma per il pomeriggio e la sera di sabato. Alla luce delle previsioni meteo che prevedono nel corso della giornata un sensibile peggioramento, gli organizzatori hanno deciso di rinviare l’Energy Day a sabato 30 aprile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento