menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il pitone ritrovato

Il pitone ritrovato

Si avvicina al cingolato e trova una sorpresa: un pitone di diversi metri

Un pitone a spasso ha scelto i cingoli di un mezzo meccanico per il riposino. A notarlo, venerdì mattina nell'area dell'ex fornace di Selbagnone, in via Meldola, un operaio che stava per salire a bordo del mezzo

Un pitone della specie "Boa Costrictor", dalla lunghezza di due metri, a spasso ha scelto i cingoli di un mezzo meccanico per il riposino. A notarlo, venerdì mattina nell'area dell'ex fornace di Selbagnone, in via Meldola, dove si trova il cantiere della Trascoop Trasporti, un operaio che stava per salire a bordo del mezzo. Insieme ai colleghi ha quindi allertato il 115. Sul posto è intervenuta una squadra dei Vigili del Fuoco di Forlì, che ha provveduto a recuperare il rettile e ad affidarlo agli esperti per le cure del caso.

Non si esclude che il pitone durante la notte si fosse nascosto vicino al motore del mezzo, forse per cercare un po’ di calore. Il rettile presentava una vistosa ferita e il personale del Corpo Forestale dello Stato ha provveduto ad affidarlo ad una persona esperta affinché potesse avere le prime cure del caso e fosse visitato da un veterinario. Il Boa costrictor, ha un areale che si estende nelle zone calde e umide del centro-america, può anche raggiungere notevoli dimensioni. E’ capace di uccidere perde di grosse dimensioni avvolgendole e soffocandole nelle sue spire.

Si tratta di un animale tutelato nella Convenzione di Washington che tutela delle specie in via di estinzione per la cui detenzione è necessario dimostrare la legale acquisizione dell’esemplare. Può essere acquistato in negozi specializzati ma crescendo può rappresentare un problema per la sua detenzione. L’animale potrebbe essere fuggito da un’abitazione non lontana dal luogo di ritrovamento.

Al Corpo Forestale dello Stato non sono pervenute denunce di smarrimento di animali di tale specie. Non si esclude quindi che possa esser stato abbandonato da persone non più in grado di gestirlo. L'abbandono di animali che hanno acquisito abitudini alla cattività è sanzionato con l'arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 euro a 10.000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento