Più acqua per i campi, si amplia la rete di San Leonardo: "Asset strategico per l’economia agricola"

Il nuovo intervento di ampliamento del Distretto irriguo di San Leonardo consentirà un sicuro approvvigionamento d’acqua in territori a forte vocazione agricola

Il Consorzio di Bonifica della Romagna sta eseguendo in questi giorni i lavori di ampliamento della rete irrigua "San Leonardo" che serve i territori di Forlimpopoli e Forlì, per investimento complessivo di 1,8 milioni di euro, dei quali 1,2 milioni a carico della Regione Emilia-Romagna e 600 mila del Consorzio di Bonifica Romagna. L’appalto è stato aggiudicato alla Gorrasi Cost di Roccadaspide (Salerno), che ha aperto il cantiere il 16 giugno scorso: i lavori dovranno essere ultimati entro il 10 agosto 2021. 

In particolare, il nuovo intervento di ampliamento del Distretto irriguo di San Leonardo consentirà un sicuro approvvigionamento d’acqua in territori a forte vocazione agricola, negli anni sempre più specializzata in colture frutticole idro esigenti (0,25 litri al secondo per ettaro di superficie irrigata). Il progetto, inoltre, rappresenta il secondo stralcio del completamento dello schema irriguo generale Ronco-Bevano. L’obiettivo strategico è di consentire un migliore impiego delle acque del Canale Emiliano Romagnolo da parte  degli agricoltori che, utilizzando in maniera efficiente acque di superficie e di buona qualità anziché acque di falda, contribuiscono a limitare il lento e progressivo abbassamento del suolo (subsidenza) presente su quel territorio.

Dal punto di vista operativo, l’intervento prevede la sostituzione delle condotte mobili esistenti con l’utilizzo di circa 3,4 chilometri di condotte mobili con linee interrate, che consentono sia di ridurre in modo strutturale le perdite di acqua e di avere una diminuzione dell’impatto visivo; l’efficientamento dei tratti terminali (circa 1.000 ettari) dell’attuale rete irrigua servita dall’impianto consortile di Bastia; la fornitura di 47 idranti di nuova generazione, che saranno di tipo compatto, automatico, con sistema di prelievo prepagato e chiave elettronica di prelievo, consentendo quindi il massimo risparmio idrico.

"È con soddisfazione ed orgoglio che in questo particolare momento “storico” che tutti noi stiamo attraversando, il nostro Consorzio di Bonifica della Romagna dà inizio ai lavori di un importante progetto irriguo come quello di “S. Leonardo” - afferma il presidente del Consorzio, Roberto Brolli -. È il raggiungimento di un obiettivo dove istituzioni, associazioni, il Consorzio e le imprese agricole del territorio hanno da tempo fatto un lavoro di aggregazione e collaborazione che investe tutta la comunità. È un primo “step” di un progetto che prevede l’ampliamento di 10 chilometri della rete irrigua esistente e che andrà completato con altri chilometri di condotte.  Il progetto tecnico complessivo esiste già e ci auspichiamo di poter reperire ed assembleare le risorse finanziarie per procedere poi al completamento del progetto medesimo".

"L'avvio dei lavori - osserva il sindaco di Forlimpopoli Milena Garavini - è la conferma di come l'ascolto dei territori e la collaborazione tra istituzioni locali e regionali sono in grado di portare a risultati di assoluto rilievo e di dare risposta anche alle richieste più complesse da parte dei cittadini e delle imprese. Il Canale Emiliano Romagnolo è una delle opere idrauliche più rilevanti a livello nazionale e siamo davvero felici che una delle sue nuove ramificazioni venga a servire il nostro territorio, valorizzando e mettendo a sistema anche altri invasi e infrastrutture preesistenti che non potevano evidentemente essere di pari efficacia. Il Covid-19 ha costretto a ritardare di qualche mese l'avvio dei lavori della nuova rete, e vogliamo quindi interpretare questo taglio del nastro come la prova che il nostro territorio e le sue istituzioni non si sono fermate, ma sono pronte a ripartire insieme alle loro imprese per garantire il suo sviluppo. Ancora un sentito ringraziamento alla Regione ed al Canale Emiliano Romagnolo che hanno voluto e reso possibile quest'opera, dandoci appuntamento a tra pochi mesi per l'apertura di queste nuovi rami".

"Prosegue la collaborazione e l’impegno del Comune di Forlì con il Consorzio di Bonifica della Romagna per sostenere, tutelare e incentivare la produzione agricola delle nostre campagne - evidenzia il sindaco mercuriale, Gian Luca Zattini -. Un impegno che, come in questo caso, si traduce nella progettazione e nella realizzazione di opere strutturali decisive, che permetteranno di estendere la distribuzione irrigua del distretto di San Leonardo, ottimizzandone la vocazione agricola e incentivando la piantumazione di colture selezionate, soprattutto frutticole. Questa si configura quindi come un’opera pubblica di interesse strategico non solo per il territorio di Forlì ma per un’area più vasta, in virtù della progressiva diffusione di produzioni agricole che necessitano di un approvvigionamento irriguo sempre più consistente, continuativo e di qualità.  Il progetto, infine, rappresenta un investimento che potenzia le possibilità irrigue dal Canale Emiliano Romagnolo rispetto al quale sono in corso interventi di grande interesse e impatto nell’interesse delle nostre campagne e delle relative produzioni. 

"Questi lavori sono una prima risposta alle esigenze idriche di un territorio, accentuate da eventi atmosferici, caratterizzati da piogge meno diffuse e temperature più alte - evidenzia Francesco Vincenzi, presidente nazionale Anbi -. Il Canale Emiliano Romagnolo si conferma un asset strategico per l’economia agricola ma, più in generale, per la resilienza ai cambiamenti climatici.  Questo cantiere è anche la dimostrazione della concretezza dell’azione dei Consorzi di bonifica, capaci di offrire al Paese un patrimonio unico di progetti definitivi ed esecutivi. Siamo enti, che spendono oculatamente le risorse disponibili, confermandosi partner affidabili per la nuova Italia, cui l’Europa guarda con grande speranza e rinnovata fiducia".

presentazione-lavori-canale-san-leonardo-2

zattini-garavini-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento