rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca

Più risorse dalla Regione, aumenta del 30% la platea di studenti che ha diritto ai bonus per i libri di testo

L'assessora regionale Salomoni: “Mantenuti gli impegni presi, contributi garantiti al 100% degli idonei, quasi triplicate le risorse regionali”

 S’allarga la platea degli studenti emiliano-romagnoli che frequentano le scuole secondarie di primo e secondo grado (medie e superiori) beneficiari dei contributi per l’acquisto di libri di testo e altri sussidi didattici: erano 43.184 nel precedente anno scolastico 2021-2022, sono 56.853 nell’anno scolastico in corso 2022-2023, con una crescita di quasi il 32%.

Un aumento del numero dei destinatari reso possibile dall’incremento delle risorse pubbliche per garantire l’erogazione del bonus a tutti coloro che sono in possesso dei requisiti di reddito previsti (Isee fino a 15.748,78 euro), per un ammontare complessivo di quasi 8,3 milioni di euro, di cui circa 5,8 milioni di fondi ministeriali e i restanti 2,5 milioni provenienti dalle casse regionali, che risultano quasi triplicati rispetto allo scorso anno (in cui erano stati 894mila).

La Giunta regionale ha infatti approvato il riparto dei fondi tra i Comuni/Unioni dei Comuni al termine dell’istruttoria condotta sulle domande che erano state presentate ai bandi comunali.

“Si rafforza l’impegno della Regione sul fronte del diritto allo studio scolastico- rimarca l’assessora regionale alla Scuola, Paola Salomoni-, una delle priorità di questa legislatura. Con l’approvazione nella primavera scorsa da parte dell’Assemblea legislativa degli indirizzi regionali in materia per il triennio 2022-2024 c’eravamo impegnati a farci carico, come succede ogni anno, delle richieste di tutti gli studenti idonei. Ed è ciò che abbiamo fatto, quasi triplicando le risorse nel bilancio regionale destinate all’acquisto di libri di testo. Lavoriamo per una scuola inclusiva che non lasci indietro nessuno, a partire dai meno abbienti”.

Importi unitari e ripartizione provinciale dei fondi

Con la delibera di Giunta è stato dato via libera al piano regionale di riparto tra i Comuni e le Unioni di Comuni delle risorse a disposizione, confermando per il terzo anno consecutivo i seguenti importi unitari del bonus per l’acquisto di libri ed altri materiali ad uso didattico: 162 euro a 41.592 studenti che rientrano nella fascia 1 dell’Isee (fino a 10.632,94 euro), per un importo complessivo di 6.737.904 euro, e 102 euro a 15.261 studenti che rientrano nella fascia Isee 2 (da 10.632,94 a 15.748,78 euro) per un totale di 1.556.622 euro, per complessivi 8.294.526 euro.   

Questa la ripartizione per provincia del numero complessivo di beneficiari e l’importo dei contributi erogati (tabella in allegato): Piacenza (3.714 beneficiari, 546.588 euro assegnati), Parma (6.140, 901.860 euro), Reggio Emilia (7.421, 1.079.202 euro), Modena (9.926, 1.458.012 euro), Città Metropolitana di Bologna (11.321, 1.663.362 euro), Ferrara (3.569, 520.278 euro), Ravenna (4.915, 708.030 euro), Forlì-Cesena (5.271, 751.782 euro), e Rimini (4.576, 665.412 euro).            A partire dal nuovo anno la Regione trasferirà le risorse ai Comuni che successivamente provvederanno alla liquidazione dei contributi alle famiglie beneficiarie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più risorse dalla Regione, aumenta del 30% la platea di studenti che ha diritto ai bonus per i libri di testo

ForlìToday è in caricamento