Cronaca

"Più tutele per le guardie giurate", Lo Giudice (Ugl) chiede un incontro alle istituzioni

“Abbiamo chiesto più volte incontri su questo tema agli organismo istituzionali preposti e per ultimo, nel 2019, abbiamo partecipato a un incontro in Prefettura a Forlì ove, oltre noi, erano presenti anche le parti datoriali: in quella sede avevamo chiesto a gran voce l'impiego di maggiori aliquote di personale”

“Anche nel nostro territorio negli ultimi decenni si sono registrati assalti e rapine ai danni dei Mezzi Trasporto Valori e aggressioni anche sanguinose alle guardie giurate in servizio di autopattuglia. Come organizzazione sindacale di categoria abbiamo sempre chiesto un rafforzamento delle direttive aziendali anche con l'invio di due addetti in servizio e pattuglia e non meno di tre guardie giurate nel trasporto valori. E arrivato il momento di tornare su questa proposta”. E' quanto afferma Filippo Lo Giudice, segretario regionale Emilia-Romagna dell'Ugl Sicurezza Civile, il sindacato più rappresentativo delle guardie giurate.

L'iniziativa parte, spiega Lo Giudice, "dalla disposizione della prefettura e della questura di Latina agli istituti di vigilanza privati di rafforzare il personale nei servizi quotidiani dopo l'assalto ad un porta valori dell’Istituto di Vigilanza Coopservice e il grave ferimento di una guardia giurata ad opera di un gruppo armato di rapinatori che ha preso d'assalto la filiale delle Poste Italiane di Zagarolo. Abbiamo chiesto più volte incontri su questo tema agli organismo istituzionali preposti e per ultimo, nel 2019, abbiamo partecipato a un incontro in Prefettura a Forlì ove, oltre noi, erano presenti anche le parti datoriali: in quella sede avevamo chiesto a gran voce l'impiego di maggiori aliquote di personale".

“Come sindacato Ugl Sicurezza Civile riteniamo che negli ultimi decenni vi sia stato un intensificarsi su tutto il territorio nazionale e regionale delle attività criminali mettendo a rischio l’incolumità delle guardie giurate che a tutt’oggi a seguito di una norma nazionale non più adeguata ai tempi prevede che le gpg escano in servizio da sole (in servizio autopattuglia notturna o diurna) e nel caso del trasporto valori a secondo dell’importo di denaro preso in consegna prevede anche la sola uscita di appena due gpg (autista e vettore) senza ausilio di un terzo uomo come scorta. Il tutto a discapito della sicurezza personale di chi opera esponendolo a gravi pericoli", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Più tutele per le guardie giurate", Lo Giudice (Ugl) chiede un incontro alle istituzioni

ForlìToday è in caricamento