rotate-mobile
Cronaca Castrocaro Terme e Terra del Sole

Halloween, scoppia la polemica: "La Notte di Ognissanti non è la Notte de li mortacci tua"

"Storpiare un nome è devastare l'identità", viene evidenziato nel cartellone esposto

Dolcetto o scherzetto? La festa delle zucche è da un decennio che sta prendendo piede anche in Romagna, con i bambini che bussano di porta in porta con la tradizionale frase "dolcetto o scherzetto" o con feste in maschera. Furono i Celti a diffondere l’usanza della festa, indossando maschere mostruose per celebrare l’inizio dell’inverno con canti e danze intorno al fuoco. In particolare la ricorrenza avveniva a cavallo tra la fine dell'anno e l'inizio del nuovo, quando, secondo i Celti, lo spazio che separava i vivi dai morti diventava più labile. Per tal ragione si lasciava sulla tavola qualcosa da mangiare per gli eventuali visitatori dall’aldilà. E probabilmente da qui è arrivata l’usanza del "dolcetto o scherzetto". Coi riferimenti a mostri, streghe e anche al Diavolo, la festa di Halloween suscita non poche polemiche. Molti la considerano una festa blasfema, altri una "americanata" che non ha a che fare con le tradizioni italiane.

"La notte di Ognissanti non è la notte de li mortacci tua", si legge in un cartellone comparso in viale Marconi a Castrocaro, nei pressi dell'ingresso delle terme, alla vigilia della festa organizzata dalla Pro Loco alla Fortezza che si trasformerà nel "Castello dei misteri". Si legge nel cartellone: "Il millenario maniero di Castrocaro ospita anche quest'anno la notte de' li mortacci tua organizzata dalla Pro Loco. Sono banditi categoricamente tutti i santi per la loro non gradita presenza a questa festa del tutto pagana, che ormai abbiamo fatto nostra. Storpiare un nome è devastare l'identità". Il manifesto non è firmato, ma secondo alcuni residenti ad affiggerlo sarebbe stato il parroco di Castrocaro, don Oreste.

IMG-20161030-WA0007-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Halloween, scoppia la polemica: "La Notte di Ognissanti non è la Notte de li mortacci tua"

ForlìToday è in caricamento