Oltre alla valigia aveva mille euro: "Vado in Svizzera". Arzillo "nonnino" fermato alla stazione

Un arzillo novantenne è stato trovato dal capotreno in stato confusionale a bordo del treno regionale 6464, diretto a Castelbolognese, affidandolo poi agli agenti della Polizia Ferroviaria di Forlì

Aveva un trolley e circa mille euro in tasca. Voleva raggiungere la Svizzera, dove, a suo dire, era atteso da amici. Un arzillo novantenne è stato trovato dal capotreno in stato confusionale a bordo del treno regionale 6464, diretto a Castelbolognese, affidandolo poi agli agenti della Polizia Ferroviaria di Forlì. Negli uffici della Polfer della stazione della città mercuriale l'uomo ha mostrato il suo passaporto non in regola, il bagaglio contenente indumenti e oggetti personali e cibo per il viaggio. L'anziano, in gran forma fisica, ha poi tirato fuori dalle tasche numerose banconote, per un totale di circa mille euro, riferendo di volersi recare in Svizzera dove era atteso da amici. Il suo racconto era confuso e non attendibile. Pertanto sono stati avvisati i familiari che poco dopo sono giunti in stazione e hanno riportato l’anziano a casa. Questo è uno dei tanti interventi effettuati dalla Polizia Ferroviaria a favore delle fasce più deboli che spesso frequentano le stazioni ferroviarie.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave uno scooterista

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

Torna su
ForlìToday è in caricamento