rotate-mobile
Sabato, 25 Marzo 2023
Polizia Locale

Polizia Locale, ancora una fumata nera dopo il tavolo in prefettura. I sindacati: "Assunzioni ridotte"

Argomentano Avantaggiato e Castagnoli: "Come Fp Cgil e Cisl Fp abbiamo chiesto che si potesse già da subito intervenire nel rivedere il piano assunzionale"

Si è svolto lunedì in Prefettura il secondo incontro in merito al tentativo obbligatorio di conciliazione conseguente alla proclamazione dello stato d’agitazione della Polizia Locale di Forlì del 3 febbraio scorso promosso da Fp Cgil e Cisl Fp. Un tentativo, informano le sindacaliste Daniela Avantaggiato (Fp Cgil) e Martina Castagnoli (Cisl Fp) "chiusosi negativamente, su mandato dei lavoratori di Polizia Locale a seguito dell’ultima assemblea del 18 febbraio in cui si sono valutate attentamente le argomentazioni e le proposte presentate dal Comune di Forlì. Non si sono ritenute accettabili le promesse di future assunzioni ad implementazione dello scarso organico, sia nel ruolo agenti che funzionari di Polizia Locale, attualmente sottoposto a notevoli carichi di lavoro".

Argomentano Avantaggiato e Castagnoli: "Come Fp Cgil e Cisl Fp abbiamo chiesto che si potesse già da subito intervenire nel rivedere il piano assunzionale, agendo prioritariamente su quelle necessarie figure direttive utili in un idonea attività di coordinamento e organizzazione dei servizi, evitando inutili appesantimenti d’incarichi ai pochi rimasti. Le paventate assunzioni di otto agenti, funzionali ad un necessario incremento dell’organico agenti, risultano inoltre notevolmente ridotte: si procederà con due assunzioni a marzo, due assunzioni da verificare dopo il periodo estivo e quattro assunzioni demandate ad un futuro concorso da bandire a cura dello stesso Comune. Stessa sorte per quanto attiene le assunzioni dei funzionari, già gravemente carenti: 1 solo posto da bandire con futuro concorso a fronte di almeno 5/6 posti vacanti".

"Il personale di Polizia locale del Comune di Forlì sperava, dopo la così pubblicizzata uscita dall’Unione dei Comuni della Romagna forlivese, che ci potesse essere un’inversione di tendenza e che si potesse costruire un Comando nuovo e funzionale, senza procedere con nuove promesse - proseguono le sindacaliste -. Alla luce di quanto, Fp Cgil e Cisl Fp, hanno già richiesto al Comune di Forlì un incontro specifico con il sindaco Gian Luca Zattinie l’assessore di riferimento, nonché vicesindaco Daniele Mezzacapo, alla presenza di tutto il personale di Polizia locale per chiarire il futuro progetto Comando di Polizia locale. A seguito di tale incontro si valuteranno ulteriori azioni di protesta della Polizia locale, che inevitabilmente coinvolgeranno anche i servizi ai cittadini. Un servizio di qualità si costruisce coinvolgendo i lavoratori e potenziando gli organici tutti. Il futuro è adesso".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Locale, ancora una fumata nera dopo il tavolo in prefettura. I sindacati: "Assunzioni ridotte"

ForlìToday è in caricamento