PolStrada di Rocca, si riapre la partita. Il Comitato: "La mobilitazione non si ferma"

"Questo fatto - dichiarano i coordinatori del Comitato Civico Ss67, Vincenzo Bongiorno, Alessandro Ferrini e Riccardo Ragazzini - costituisce un interessante elemento"

Il Comitato Civico Ss67 accoglie con spirito positivo quanto il Governo, per bocca del viceministro dell’Interno Vito Crimi, ha affermato mercoledì in Parlamento rispondendo ad un’interrogazione del parlamentario forlivese Marco Di Maio, definendo "un’opzione" quella di ricollocare i cinque agenti del distaccamento di Rocca presso “i vicini reparti della specialità di polizia stradale''. "Questo fatto - dichiarano i coordinatori del Comitato Civico Ss67, Vincenzo Bongiorno, Alessandro Ferrini e Riccardo Ragazzini - costituisce un interessante elemento, poiché otto mesi fa, a febbraio 2020, la chiusura del distaccamento di Rocca era data per certa, mentre oggi è un’opzione. La partita è stata pienamente riaperta".

"La riscossa è partita dalla manifestazione organizzata come Comitato, con le quattrocento persone in piazza lo scorso 22 febbraio a Rocca San Casciano, con numerosi sindaci e politici di ogni colore riuniti insieme - continuano Bongiorno, Ferrini e Ragazzini -. Vi è poi stata la petizione firmata in pochi giorni da migliaia di cittadini, il paziente lavoro per l’approvazione unanime in questi mesi di Ordini del Giorno da parte di Consigli rappresentativi di oltre 175.000 abitanti a testimoniare che la vicenda rappresenta la sicurezza stradale di un vasto territorio e non solo di un Comune, fino ad arrivare all’importante ed esplicito sostegno alla causa ricevuto da parte della Regione Emilia-Romagna, in occasione dell’incontro avuto con il Sottosegretario alla Presidenza, Davide Baruffi, e l’Assessore alla Montagna, Barbara Lori, il 6 ottobre scorso".

A questo punto Bongiorno, Ferrini e Ragazzini non hanno dubbi: "Continueremo la mobilitazione assieme a tanti liberi cittadini, ai parlamentari forlivesi, ai Consiglieri Regionali della provincia, ai Sindaci e altri Amministratori locali, ai Sindacati di Polizia (Siulp e Sap), all’Asaps (Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale), a Confedilizia Forlì-Cesena e con anche alcune associazioni di motociclisti. Lo faremo nel tentativo di fare definitivamente comprendere che per la maggiore sicurezza stradale del nostro territorio, la vera opzione da portare avanti è quella non solo del mantenimento ma anche del potenziamento del distaccamento di Rocca San Casciano, presidio strategico lungo la Statale 67, la cui sede non costa nulla allo Stato essendo concessa in comodato d’uso gratuito da parte del Comune di Rocca San Casciano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora è ufficiale: da domenica Emilia Romagna in zona gialla. Bar e ristoranti riaprono fino alle 18. Poi solo asporto o consegne a domicilio

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Un alleato contro il Coronavirus? Vitamina D, cos'è e come assumerne di più

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

Torna su
ForlìToday è in caricamento