menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prende a pugni il figliastro: partita a carte finisce in scazzottata

Durante una partita a carte per motivi banali un 55enne ha cominciato ad insultare il figlio più grande della coniuge, per poi colpirlo con un pugno al naso

Serata in allegria termina in scazzottata. E' quanto accaduto sabato sera in un'abitazione in via Marini. In casa c'erano otto romeni, con il capofamiglia, un 55enne, che aveva ospitato alcuni figli della moglie, amici e relativi fidanzati. Durante una partita a carte, l'uomo, probabilmente perchè ubriaco, per motivi banali ha cominciato ad insultare il figlio più grande della coniuge, per poi colpirlo con un pugno al naso.

Il giovane a quel punto ha reagito, alzando anche lui le mani. Nè è nata una collutazione che si è risolta con l'intervento dei presenti. Nel frattempo è stato dato l'allarme al 113. Sul posto sono intervenute due Volanti della Questura di Forlì per ricostruire i fatti.

I protagonisti della zuffa sono stati portati al pronto soccorso dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" per le cure del caso: al ragazzo, trentenne, i medici hanno riscontrato una frattura al naso con una prognosi di 25 giorni. Al capofamiglia, invece, è stata riscontrata una frattura ad una costola, anche questa guaribile in 25 giorni. Per entrambi è scattata la denuncia a piede libero per lesioni personali dolose.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento