Cronaca

Prendono il reddito di cittadinanza: primi impieghi per i beneficiari a servizio del Comune

Ad accoglierli venerdì mattina c’era l’assessore al welfare Rosaria Tassinari, che ha portato il saluto di tutta l’Amministrazione forlivese, d’intesa con i funzionari dei servizi sociali

Otto ore a settimana a partire già da lunedì prossimo fino al prossimo 31 gennaio. È questo l’impegno lavorativo dei primi due percettori del reddito di cittadinanza inseriti in altrettanti Progetti Utili alla Collettività (Puc), proposti dal Centro per le Famiglie e dal Centro Donna del Comune di Forlì. In totale nell’ambito forlivese è prevista l’attivazione di 134 Puc personalizzati. Ad accoglierli venerdì mattina c’era l’assessore al welfare Rosaria Tassinari, che ha portato il saluto di tutta l’Amministrazione forlivese, d’intesa con i funzionari dei servizi sociali.

"Il reddito di cittadinanza prevede, per i beneficiari, la sottoscrizione di un patto per il lavoro o di un patto per l’inclusione sociale. All’interno di tali Patti è prevista, per i tenuti agli obblighi, la partecipazione a Progetti Utili alla Collettività quali “progetti” a titolarità del Comune, in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni - spiega Tassinari -. Le persone impegnate in questi progetti potranno contribuire con il loro percorso lavorativo al miglioramento di situazioni di bisogno, venendo al tempo stesso a conoscenza del sistema di servizi messi a disposizione dei cittadini dal Comune di Forlì".

"I Progetti Utili alla Collettività sono da intendersi come attività di restituzione sociale per coloro che ricevono il beneficio del Reddito di Cittadinanza e rappresentano un’occasione di inclusione e di crescita per i beneficiari e per la collettività - prosegue Tassinari -. Il principio cardine dei Progetti Utili alla Collettività è che le attività previste nell’ambito dei progetti non sono in alcun modo assimilabili ad attività di lavoro subordinato o parasubordinato o autonomo e possono tradursi sia nuove attività che nel potenziamento di quelle esistenti". Dopo questa prima fase di avvio si prevede di incrementare le proposte di Progetti Utili alla Collettività anche in collaborazione con Enti del Terzo Settore (Associazioni; Cooperative e Fondazioni) e all’interno di altri ambiti, come quello scolastico e il verde pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prendono il reddito di cittadinanza: primi impieghi per i beneficiari a servizio del Comune

ForlìToday è in caricamento