La facciata dell'abbazia di San Mercuriale sarà restaurata: "E' la nostra Notre Dame"

L'abate don Enrico Casadio: "L'abbazia di San Mercuriale è la Notre Dame di Forlì. Occasione per tutti i cittadini di riscoprire la memoria storica della nostra città"

La facciata della Basilica di San Mercuriale, chiesa-simbolo di piazza Saffi, verrà restaurata questa estate. Il progetto è stato proposto e cofinanziato dal Rotary Club Forlì in occasione dei suoi 70 anni di vita e sarà realizzato in collaborazione con la parrocchia di San Mercuriale e la Diocesi di Forlì-Bertinoro. "Il cantiere verrà aperto dopo il 12 Maggio ed i lavori dureranno tre mesi - sottolinea Claudio Cancellieri, presidente del Rotary Club Forlì. - Il mio motto rotariano è quello di essere d'esempio, organizzare come club service una raccolta fondi per restaurare la basilica di San Mercuriale è un aiuto concreto alla nostra città, spero che questa iniziativa venga presa a modello dai futuri cittadini". Il progetto architettonico ed il coordinamento generale sono stati affidati a Roberto Pistolesi, architetto, in collaborazione con Marco Camprini, Giulia Mancini, architetti ed Alberto Gentili, ingegnere. "Il restauro conservativo della facciata dell'abbazia di San Mercuriale si dividerà in tre momenti - spiega Pistolesi. - Dapprima verrà eseguito un rilievo laser scanner sull'area interessata per identificare i materiali di composizione, verranno quindi consolidati sia la facciata che il timpano ed infine verrà pulita la parte frontale ed il rosone dell'abbazia."

In merito al consolidamento della facciata Alberto Gentili, ingegnere, ha specificato le dinamiche dell'intervento: "È un fenomeno tipico di ogni chiesa che nel corso del tempo la facciata si distacchi dai muri laterali. Al termine dei lavori, una volta che avremo ancorato nuovamente il fronte ai lati, esteticamente non si noterà alcuna differenza". Don Enrico Casadio, abate di San Mercuriale, ha sottolineato l'importanza di curare il patrimonio storico e culturale della città
di Forlì: "L'abbazia di San Mercuriale è la Notre Dame di Forlì. Spero che questa iniziativa sia l'occasione per tutti i cittadini di riscoprire la memoria storica della nostra città. A tal proposito sono felice di invitare tutti i forlivesi sabato 11 Maggio a San Mercuriale, verrà annunciata la datazione delle reliquie dell'abbazia, è un momento importante per la città di Forlì."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per concedere l'approvazione a questo progetto è servita una cifra importante, oltre 100.000 euro. Claudio Leonessi, economo della Diocesi di Forlì-Bertinoro, si è preoccupato di far quadrare i conti. "Il Rotary Club ha donato 30.000 euro, l'8xmille alla Chiesa cattolica 65.000 euro e la parrocchia di San Mercuriale 12.000 euro - evidenzia Leonessi. - Una firma all'8xmille alla Chiesa cattolica è un aiuto concreto alla città di Forlì". L'importanza di donare è stata sottolineata nuovamente da Claudio Giannelli, responsabile dell’Ufficio diocesano per i beni culturali. "L'8xmille è una risorsa fondamentale per le attività di manutenzione e di restauro del patrimonio storico e culturale della città di Forlì".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Covid-19, amici o fidanzate non conviventi in auto: tutte le regole da seguire

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Virus 'clinicamente sparito' anche in Romagna? No, circola ma poco. Ecco cosa sta accadendo

  • Covid-19, il bollettino: un'anziana vittima a Forlì e un nuovo caso a Santa Sofia

Torna su
ForlìToday è in caricamento