Cronaca

Forlì torna capitale del cortometraggio e celebra l'attrice Milena Vukotic. Sarà un Sedicicorto da record

40 le opere selezionate, provenienti da 125 paesi, sono 164 in competizione e 76 fuori concorso, scelte tra le 5108 sottoposte al comitato del festival

Sedicicorto International Film Festival, sedicesima edizione, dal 4 al 13 ottobre a Forlì. Un gioco di numeri, che mai come quest'anno sono significativi per la manifestazione che celebra il cinema breve. 240 le opere selezionate, provenienti da 125 paesi, sono 164 in competizione e 76 fuori concorso, scelte tra le 5108 sottoposte al comitato del festival. Numero record, cifre che confermano l'importanza che l'evento forlivese, sempre sotto la direzione artistica del suo fondatore Gianluca Castellini e con il coordinamento di Joana Fresu de Azevedo, sta assumendo nel panorama internazionale, ormai una delle più importanti realtà italiane ed europee dedicate al mondo del cortometraggio cinematografico.

"Come amministrazione siamo estremamente orgogliosi di poter ospitare questa bellissima rassegna - affermano il sindaco Gian Luca Zattini, affiancato dagli assessori Valerio Melandri e Paola Casara -. Il lavoro che precede la realizzazione di questo festival e la spinta creativa di tutti i concorrenti è davvero eccezionale. Nel prendere parte a questa inaugurazione, ho incrociato gli sguardi di tantissimi ragazzi entusiasti, affamati di sapere e di conoscenza che si misurano in una competizione artistica e comunicativa più unica che rara. E allora perché non fare di più? Non sarebbe bello che questa amministrazione si impegnasse per fare del Sedicicorto il Festival per eccellenza di Forlì? Vogliamo che tutta la Romagna ci invidi. Abbiamo tutte le carte in regole per provarci. Non ci tireremo indietro".

Un festival che si aprirà con il weekend di CortoInLoco, sezione competitiva dedicata ai film prodotti in Emilia Romagna, scoprendo storie del territorio, nuovi talenti dietro la macchina da presa e realtà produttive che da alcuni anni hanno portato la regione a essere tra le più attive in ambito cinematografico nel panorama nazionale. A questi giovani talenti si uniscono quelli della sezione "Movie", il concorso internazionale, una selezione  da anni di livello mondiale. La presenza quest'anno di "Skin", il corto diretto da Guy Nattiv, vincitore dell'Oscar 2019, lo conferma. Anche in "CortItalia" a contendersi la vittoria ci sono opere che già con un ricco palmares. Da "Frontiera", di Alessandro Di Gregorio, vincitore del David di Donatello 2019, a "Falene", diretto da Marco Pellegrino e Luca Jankovic, fresco Nastro d'Argento. E direttamente dalla Mostra del Cinema di Venezia ci sono "Destino" di Bonifacio Angius e "Super eroi senza super poteri" di Beatrice Baldacci.

Diventa sezione ufficiale anche "IranFest", il festival nel festival dedicato al nuovo cinema iraniano, una meritata promozione dopo il grande successo della prima edizione dello scorso anno, grazie all'ottimo lavoro delle due coordinatrici Jessica Milardo e Alessandra Orlo. Sedicicorto 2019 sarà caratterizzato da una forte componente femminile, caratterizzata dal 43% di opere di registe donna in selezione e da uno dei premi alla carriera, che verrà assegnato a una grande donna del cinema e del teatro italiano, Milena Vukotic. L'attrice, che è anche protagonista del cortometraggio in concorso "Il ricordo di domani", sarà  celebrata dal pubblico del festival sabato 12 ottobre.

Altrettanto importante è la prima edizione di "Woman in Set", residenza artistica riservata a quattro aspiranti professioniste del cinema. Una regista, una sceneggiatrice, una montatrice e una cinematographer, coordinate dalla regista Emanuela Ponzano e la sceneggiatrice Alice Rotiroti. Queste le prime notizie del programma dell'edizione 2019 di Sedicicorto International Film Festival, che si arricchirà ulteriormente nelle prossime settimane con altri ospiti ed eventi.

Giovani protagonisti

Sedicicorto International Film Festival Forlì 2019 può vantare una delle migliori selezioni internazionali di cortometraggi dell'anno. È un fatto, dimostrabile, a partire dal premio Oscar 2019, "Skin" di Guy Nattiv, che concorrerà contro altri 39 film, tra cui il canadese Fauve, a cui ha già strappato l'Academy Award. In entrambi i casi, i protagonisti sono dei giovanissimi, ed è proprio questo il comune denominatore di molti dei film del concorso di quest'anno. Un segno inequivocabile di come i giovani talenti abbiano una visione ancora ottimista del mondo che ci circonda, affidando la loro voce a chi lavorerà per renderlo migliore, cercando di porre rimedio agli errori fatti dalle generazioni che li hanno preceduti.

Ci proveranno magari i ragazzi protagonisti dell'olandese "A Kiss", o "Rod Paradot", uno degli attori giovani francesi di maggior talento degli ultimi anni, già di casa al Festival di Cannes, splendido protagonista di "Un chien bleu". Kenan, nel film del turco "Serkan Fakili", ruba delle batterie al padre per sentire cosa c'è nel registratore che ha trovato nella capanna nel bosco della sua famiglia. Bisogna proteggerli i bambini, come fanno i due assistenti sociali di Mama, diretto dal regista estone Vladimir Kott. Ci prova anche la madre di Yanni, attraverso l'etere, quando andando a un'audizione si rende conto che suo figlio è solo a casa. Succede questo nel film greco Patision Avenue.

Figli lo si è sempre, quando si cresce si ricordano i propri genitori come quando si era bambini. È quello che fa il messicano Tavo Ruiz, nel corto documentario "Retratos de mi Madre". La famiglia, è una costante certa, tutte le storie nascono da lì. Come quelle delle Sisters olandesi di Daphne Lucker, o della famiglia di Sleepwalking, affascinante short della regista australiana Melissa Anastasi.
È il bello di raccontare in pochi minuti. Si può fare il giro del mondo in una settimana. Sedicicorto International Film Festival 2019 è realizzato con il contributo di Mibact – Direzione Generale Cinema, MIUR, Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì, Regione Emilia Romagna, Intesa San Paolo, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forli e della Romagna e in collaborazione di Mini e Cantine Drei Donà.

sedicicorto-presentazione-2019-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì torna capitale del cortometraggio e celebra l'attrice Milena Vukotic. Sarà un Sedicicorto da record

ForlìToday è in caricamento