menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"E' un presidio strategico per il territorio" flash mob in difesa della PolStrada di Rocca

"E' un presidio strategico per il territorio, che si trova su un'arteria importante che collega l'Adriatico col Tirreno", ricorda Bongiorno

"Siamo tornati a manifestare davanti alla Prefettura, perchè riteniamo fondamentale mantenere aperto il distaccamento della Polizia Stradale di Rocca San Casciano". Così Vincenzo Bongiorno, coordinatore insieme a Alessandro Ferrini e Riccardo Ragazzini del Comitato Civico SS67, ha presentato la manifestazione di domenica mattina in Piazza Ordelaffi, che ha richiamato i sindacati di Polizia Siulp, Sap, e l’Asap (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale) in piazza Ordelaffi a Forlì, davanti alla Prefettura. La pacifica manifestazione è servita per ribadire con decisione la richiesta al Governo di mantenere aperto e operativo il distaccamento di Rocca della Polizia Stradale.

POLIZIA STRADALE DI ROCCA - Il flash mob davanti alla Prefettura, il video

Sono scesi in piazza diversi Sindaci del territorio, parlamentari, amministratori, rappresentanti di partito, sindacati, associazioni e cittadini. Si è ripetuto quello schieramento tutto unito e trasversale, favorito dalla paziente opera del Comitato, che vi fu un anno fa alla manifestazione a Rocca San Casciano il 22 febbraio del 2020, per riaffermare ancora una volta che il distaccamento della Polstrada di Rocca va mantenuto aperto e operativo. “Tutto questo non può essere ignorato. Almeno da Roma si approfondisca la vicenda di Rocca", esclamano i coordinatori. Con una nota datata 4 febbraio, infatti, il Ministero dell’Interno ha inviato alle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, per le eventuali osservazioni, gli schemi di decreto con i quali viene sancita la definitiva chiusura di reparti della Polizia Stradale tra i quali figura anche il distaccamento di Rocca San Casciano.

Ad aprire la manifestazione in piazza Ordelaffi è stato Bongiorno: “La Polstrada di Rocca è un presidio strategico di sicurezza lungo l’importante arteria stradale SS67; la sede è concessa in comodato d’uso gratuito da parte del Comune di Rocca; è una presenza delle istituzioni ben integrata nel tessuto sociale da oltre sessant’anni. Continuiamo a mobilitarci, certi che le nostre ragioni siano al servizio del bene comune, al servizio della sicurezza stradale di tutti”.

Ferrini ha ricordato tutti gli appoggi istituzionali ricevuti: “In favore del mantenimento della Polstrada di Rocca si sono espressi con votazioni unanimi il Consiglio Regionale, il Consiglio Provinciale, il Consiglio dell’Unione dei Comuni della pianura forlivese, Consigli Comunali rappresentativi di oltre 175 mila abitanti, senza dimenticare che come Comitato siamo stati ricevuti da rappresentanti della Giunta Regionale e dal Prefetto. Sono state inoltre raccolte oltre duemila firme di cittadini”.

"Siamo qui per protestare contro questa manica di burocrati che vogliono chiudere i Distaccamenti fra i quali Rocca San Casciano - afferma il presidente nazionale dell’Asaps, Giordano Biserni -. Peccato che protestiamo e manifestiamo solo qui a Forlì mentre per gli altri Distaccamenti in chiusura tutto tace”. Roberto Galeotti, segretario provinciale del Siulp, e Roberto Meloni, segretario provinciale del Sap, hanno ribadito il loro convinto impegno per scongiurare la chiusura del distaccamento di Rocca.

“E’ importante battersi per non sguarnire di servizi il territorio - ha evidenziato il deputato Jacopo Morrone (Lega) -. Grazie ai Sindaci presenti che ce lo ricordano con la loro presenza”. Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia e anche sindaco di Tredozio, ha rimarcato come "dobbiamo essere tutti uniti per difendere i territori montani, che se si spopolano porteranno poi a disastri a valle. Ci vogliono politiche mirate per la montagna”. Non potendo partecipare, hanno comunque fatto arrivare loro messaggi di vicinanza, anche gli onorevoli Carlo De Girolamo (Misto, ex 5 Stelle) e Marco Di Maio (Italia Viva). "La nostra parte la stiamo facendo per far arrivare la nostra voce a Roma - ha ricordato il vvicesindaco di Castrocaro Terme e Terra del Sole, William Sanzani (Pd) -. Dobbiamo continuare a lavorare in modo trasversale. Grazie al Comitato Civico per la continuità del suo impegno".

Alla manifestazione hanno inoltre partecipato Elisa Deo, sindaco di Galeata in rappresentanza della Provincia, mentre a rappresentare Galeata vi era il vicesindaco Cristiano Zambelli; in rappresentanza del Comune di Forlì, vi era l’assessore ed ex sindaco di Rocca, Rosaria Tassinari; vi era l’attuale sindaco di Rocca, Pier Luigi Lotti accompagnato dal vicesindaco Lucio Giorgini e dal consigliere comunale Raffaele Faccini, il sindaco di Dovadola, Francesco Tassinari accompagnato dal consigliere comunale Luca Catenelli, il sindaco di Predappio, Roberto Canali, l’ex sindaco di Rocca, Alessandro Guidi, il rappresentante della segreteria romagnola del sindacato Ugl, Maurizio Ricci, che ha rivolto ai componenti del Comitato il saluto del segretario Filippo Lo Giudice, il segretario provinciale del Sap di Bologna, Tonino Guglielmi, e Michele Drudi, assessore a Meldola in rappresentanza del sindaco Roberto Cavallucci. Al termine della manifestazione, è stato osservato un minuto di raccoglimento in ricordo delle vittime della pandemia da covid, esplosa in tutta la sua gravità circa un anno fa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento