menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Combattere i terremoti, "Il cittadino è il terzo pilastro della prevenzione"

"Il cittadino consapevole è il terzo pilastro del sistema di prevenzione del rischio sismico". E' quanto afferma il vicepresidente della Provincia di Forlì-Cesena Guglielmo Russo

"Il cittadino consapevole è il terzo pilastro del sistema di prevenzione del rischio sismico". E' quanto afferma il vicepresidente della Provincia di Forlì-Cesena Guglielmo Russo, invitando i cittadini nel weekend "a ritagliarsi qualche minuto di tempo per far visita ai punti informativi organizzati per una campagna di sensibilizzazione di grande rilievo, “Terremoto – Io non rischio”, promossa in 215 piazza italiane dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e attuata a livello locale dai volontari di “SOS Forlì – FIR-CB” , dalle Misericordie della vallata del Savio e dalla Croce Verde di Gambettola".

"E’ un’iniziativa molto rilevante in quanto mira a diffondere la cultura della protezione civile tra i cittadini, una cultura che ci deve toccare tutti da vicino dato che, come sappiamo, il nostro territorio non è indenne dal pericolo di terremoti - evidenzia Russo -. Per la riduzione del rischio sismico, il territorio di Forlì-Cesena dispone di un Piano provinciale completo e organico, che in caso di sisma individua aree, azioni e profili operativi per la gestione dell’emergenza. Ma non solo: il territorio vanta anche un sistema di volontariato di Protezione Civile articolato e professionalizzato, in grado di intervenire tempestivamente accanto alle strutture pubbliche deputate ad affrontare le emergenze".

"Per completare il quadro, tuttavia, servono cittadini consapevoli, che – accanto alle Istituzioni e al volontariato professionalizzato – rappresentano il “terzo pilastro” di un sistema efficace ed integrato di sicurezza e di mitigazione dei rischi - prosegue Russo -. Di fronte ad un terremoto cosa posso fare io per ridurre il rischio, per tentare di mettere in salvo la mia famiglia e me stesso? Che cosa fare, o non fare, in caso di emergenza sismica? I volontari presenti negli stand informativi – sabato e domenica a Forlì in piazza Saffi, a Cesena in piazza Papa Giovanni Paolo II e a Gambettola in viale Carducci – risponderanno a tali quesiti, in questo modo diffondendo una cultura della prevenzione e della protezione civile che rappresenta un bene collettivo di grande valore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento