Giovedì, 18 Luglio 2024
Salute

Diagnosi precoce dei tumori testa-collo: a Forlì una giornata di visite mediche gratuite

Le prenotazioni potranno essere fatte a partire dal 13 settembre, telefonando al seguente numero 0543 735230, dalle ore 10 alle 12

Dal 18 al 22 settembre torna la “Make Sense Campaign”, la campagna europea di educazione e sensibilizzazione alla diagnosi precoce dei tumori del distretto testa-collo, promossa in Italia dall’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (Aiocc). Anche l’Ausl della Romagna aderisce all’iniziativa, coordinata dalle Unità Operative di Otorinolaringoiatria: a Forlì, in particolare, sono previste visite gratuite nella giornata del 20 settembre, previo richiesta medica effettuata con Medici di medicina generale e Pediatri di Libera Scelta, riportante l’ esenzione D01. Le prenotazioni potranno essere fatte a partire dal 13 settembre, telefonando al seguente numero 0543 735230, dalle ore 10 alle 12.

La Campagna europea di sensibilizzazione alla prevenzione dei tumori

Nel 2020, solo in Italia, a 9.900 persone è stato diagnosticato un tumore testa-collo e 4.100 non sono sopravvissute alla malattia (fonte: “I numeri del cancro 2022”, AIOM), cifre che fanno del carcinoma della testa e del collo il settimo tumore più comune in Europa, con un’incidenza di circa la metà rispetto al cancro del polmone ma di due volte superiore a quello del collo dell’utero. "Hai la testa a posto? 1 sintomo per 3 settimane, 3 settimane per 1 vita", è il motto dell'edizione italiana 2023 della “Make Sense Campaign”: 1 per 3 è infatti la regola da tenere sempre a mente quando si tratta dei sintomi dei carcinomi cervico-cefalici, spesso ignorati o associati a malattie stagionali come un comune mal di gola o un raffreddore. 

Gli esperti sono d’accordo nel dire che, se presente anche solo uno di questi sintomi per tre settimane o più, è necessario rivolgersi al medico: dolore alla lingua, ulcere che non guariscono e/o macchie rosse o bianche in bocca; dolore alla gola; raucedine persistente; dolore e/o difficoltà a deglutire; gonfiore del collo; naso chiuso da un lato e/o perdita di sangue dal naso. Una rapida comprensione delle avvisaglie della malattia è cruciale per una diagnosi precoce, in presenza della quale il tasso di sopravvivenza sale all’80-90%, contro un'aspettativa di vita di soli 5 anni per coloro che scoprono la malattia in fase avanzata (ibidem).

Gli elementi basilari per una vita lunga e sana, propria e di chi ci è accanto, si confermano quelli di sempre: consapevolezza delle avvisaglie, un’alimentazione sana e uno stile di vita attivo, suggerimenti che da oltre dieci anni la “Make Sense Campaign” indirizza a un pubblico sempre più vasto, agendo concretamente tramite una fitta rete di ospedali, cliniche e Ausl e adottando una comunicazione incisiva, consapevole che è tramite messaggi chiari e positivi che si può fare la differenza, a volte salvare una vita. Per questo motivo l’edizione 2023 della “Make Sense Campaign” rafforza la sua voce con una serie di podcast curata dal conduttore radiofonico Massimo Cirri: 4 puntate da 30 minuti, ognuna delle quali ospiterà due medici e un paziente, con lo scopo semplice, e fondamentale, di ricordare a tutti che guarire si può.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diagnosi precoce dei tumori testa-collo: a Forlì una giornata di visite mediche gratuite
ForlìToday è in caricamento