Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

La Fondazione non è in crisi: nel 2014 altri 10 milioni nei progetti per il territorio

Dieci milioni di euro: tanto prevede di erogare a favore del territorio forlivese la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Si tratta di una previsione di erogazione in linea con quanto già distribuito nel 2013

Dieci milioni di euro: tanto prevede di erogare a favore del territorio forlivese la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Si tratta di una previsione di erogazione in linea con quanto già distribuito nel 2013: i vari progetti tra sociale, culturale e per l'innovazione economica, infatti, nel corso di quest'anno si assesteranno sui 10,2 milioni di euro, in aumento rispetto al 2012 quando “piovvero” erogazioni per 8,2 milioni di euro. Il mantenimento dei finanziamenti non è poco in un momento di crisi, in cui molte Fondazioni, a loro volta in difficoltà per il tracollo delle azioni bancarie, stanno tirando i remi in barco.

BILANCIO IN SALUTE. Spiega la situazione generale il presidente della Fondazione Roberto Pinza: “Siamo la quarta Fondazione in Emilia-Romagna e la ventunesima in Italia. Potremo presto diventare la 15-16° più che altro per demeriti degli altri: molte Fondazioni che fecero la scelta di non cedere la loro partecipazione nelle banche di origine si stanno trovando in seria difficoltà ora che le banche vanno in difficoltà, e di conseguenza diminuiscono le erogazioni”. Come programmerà i suoi fondi la Fondazione nel 2014? Due i 'must' di Pinza: “Progetti ambiziosi, coi piccoli progetti si torna daccapo al termine di questi ultimi. E collaborazione territoriale. L'esempio più evidente sono gli aeroporti: una lotta strenua tra due territori è finita con due fallimenti”. Il 17 gennaio tutte le Fondazioni romagnole si incontreranno per costruire eventuali programmi di area vasta. Verranno in ogni caso riconfermate le assistenze alle associazioni culturali e di volontariato locali.

PATRIMONIO A 441 MILIONI DI EURO. Questo dato conferma la solidità immobiliare della Fondazione Carisp. Tra le scelte strategiche ci sono le grandi mostre: il 2014 sarà l'anno del 'Liberty'. Spiega Pinza: “Si è costruito un miracolo con le mostre, poi ci sono i distruttori di professione che dicono togliamo qui, facciamo lì. Ma per costruire una tale notorietà che stanno avendo le mostre a Forlì servono normalmente vent'anni, noi l'abbiamo dopo appena 9 anni”. Poi molto su punterà su Tecnopolo, corso di laurea in meccatronica e un fondo di garanzia per sostenere il credito alle aziende in difficoltà (“Dobbiamo presentarci all'appuntamento con la ripresa salvando il tessuto imprenditoriale”, spiega Pinza).

BUDGET 2014. In generale, secondo le previsioni 2,8 milioni saranno destinati all'area cultura con la mostra sul Liberty e i bandi per l'associazionismo culturale; 3,6 milioni andranno all'area sviluppo con il sostegno a Romagna Innovazione, il Tecnopolo, il Campus Universitario e il fondo anti-crisi per le imprese; 3,6 milioni andrà al sociale tra salute, anziani, volontariato e sport. La Fondazione – per bocca del suo segretario Antonio Branca – ha dato infine i numeri della sua gestione: nel 2013 i proventi sono stati 16,8 milioni mentre i costi di gestione 2,28 milioni. Questo significa che per 100 euro ricavati solo 15 vanno alla gestione, mentre circa 85 sono disponibili per erogazioni a accrescimento del patrimonio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fondazione non è in crisi: nel 2014 altri 10 milioni nei progetti per il territorio

ForlìToday è in caricamento