menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primi passi per l'associazione della via Romea di Stade

Alcuni giorni fa presso la sala del Consiglio Comunale di Forlì si è svolta un'assemblea degli Enti ed Associazioni interessate alla costituzione dell'Associazione Italiana della Via Romea di Stade

Alcuni giorni fa presso la sala del Consiglio Comunale di Forlì si è svolta un’assemblea degli Enti ed Associazioni interessate alla costituzione dell’Associazione Italiana della Via Romea di Stade. All’ordine del giorno l’inquadramento del progetto, la presentazione della Via dei Romei a Lussemburgo per ottenere il riconoscimento come Itinerario Culturale di Interesse Europeo, l’esame della bozza di Statuto per la costituzione dell’Associazione.

L’Associazione diventa il naturale sbocco del lavoro fin qui fatto da diverse persone (studiosi, pellegrini, appassionati di cammini) e dell’Accordo di Programma stipulato tra i Comuni di Santa Sofia (FC) e di Subbiano (AR), primo embrione amministrativo finora necessario per dare gambe al progetto stesso.

Da parte loro l’assessore alla cultura del Comune di Forlì Patrick Leech e Bruna Baravelli, assessore all’istruzione della Provincia di Forlì, . hanno portato la convinta adesione al progetto della Via Romea di Stade e all’associazione degli organismi rappresentati, mettendone in evidenza la valenza culturale e sociale; in particolare all’assessore all’istruzione è stato chiesto di far conoscere il progetto alle scuole. Il vice-sindaco del comune di Bagno nonché presidente dell’APT regionale, Liviana Zanetti, in rappresentanza anche del Comune di Ravenna e della Provincia di Ferrara, ha comunicato l’interesse della Regione Emilia-Romagna, che ha assunto il progetto negli itinerari culturali della regione e ha messo a disposizione il primo finanziamento pubblico dopo quello della Fondazione della Cassa dei Risparmi di Forlì.

Il Sindaco di Santa Sofia ha poi presentato con numerose slide la storia del progetto: la sua ideazione durante il cammino di Santiago, l’incontro con l’associazione ROMWEG dei comune tedeschi, in Germania  nel 2009, il convegno a Capaccio di Santa Sofia  nel novembre  2009, l’esperienza in Bassa Sassonia nel 2010, la conseguente ospitalità di una numerosa delegazione tedesca in Romagna e nel  Casentino  la scorsa primavera e un ultimo incontro assembleare in Germania a Shweinfurt; azioni che hanno  accresciuto notevolmente il lavoro dei promotori e  che hanno sollecitato l’adesione di ben 22 comuni, per cui, dopo il protocollo d’intesa di Subbiano e Santa Sofia, si è passati alla stesura dello statuto dell’associazione VIA ROMEA DI STADE in parallelo alla ROMWEG.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento