menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Positivo al coronavirus, primo caso in provincia: 60enne ricoverato, ma in buone condizioni

Il malato è un 60enne ricoverato all’ospedale di Forlì ma in buone condizioni, salgono a 269 i casi di positività in Emilia-Romagna

Salgono a 269 i casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna, su 1.736 test refertati. Rimane Piacenza la provincia più colpita, con 160 casi; 58 sono a Parma, 24 a Modena, 16 a Rimini, 7 a Reggio Emilia. Non ci sono nuovi casi né a Bologna, dove rimangono 2, né a Ravenna, che ne ha 1, mentre si registra il primo caso a Forlì-Cesena: si tratta di un 59enne ricoverato all’ospedale di Forlì, ma in buone condizioni; per questo paziente sono ancora in corso le indagini epidemiologiche.

E' un paziente di Savignano

Il paziente è originario del savignanese, come confermato con un video messaggio su Facebook dal sindaco Filippo Giovannini: "E' stato ricoverato in isolamento nel reparto di Malattie Infettive dell'ospedale di Forlì. Le sue condizioni sono buone e non destano preoccupazioni. L'Ausl e il tutto personale sanitario stanno facendo le indagini e le domande necessarie per chiarire quali siano stati i contatti che ha avuto questa persona negli ultimi tempi. Nell'ultima settimana si era comunque autoisolato a casa, perchè affetto da una sindrome che sembrava influenzale. Tutti i parenti sono isolati nelle proprie abitazioni e sottoposti a domande ed analisi per capire origine e contatti. Le istituzioni e l'Ausl sono sul pezzo e stiamo facendo di tutto per cercare di evitare la diffusione del virus. Se avete sintomi non recatevi neè al pronto soccorso nè dai medici di base, ma chiamate direttamente il 118 o il numero 1500".

Afferma il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini: "Ciò significa che non abbiamo, al momento, alcun focolaio strettamente riconducibile al territorio forlivese e che si tratta esclusivamente di un paziente contagiato da Coronavirus, preso in carico dalla nostra struttura ospedaliera. Colgo l’occasione nuovamente, per ringraziare tutti i medici e gli operatori socio-sanitari del Morgagni-Pierantoni impegnati in queste settimane nell’azione di prevenzione, cura e contrasto di questa emergenza. Vi terrò come sempre aggiornati sugli sviluppi del quadro epidemiologico del nostro Comune. Forlì non si ferma".

Così in Regione

Ai 4 decessi già avvenuti se ne aggiunge un quinto: un uomo di 79 anni, già affetto da molteplici patologie; era residente in provincia di Piacenza e ricoverato in ospedale. La maggioranza delle persone continua a presentare sintomi modesti, 22 non hanno alcun sintomo e 130 - quasi la metà -stanno seguendo il previsto periodo di isolamento a casa, perché non hanno bisogno di cure ospedaliere. Passano da 11 a 14 i pazienti ricoverati in terapia intensiva. Rispetto all’aggiornamento di ieri pomeriggio, quando i casi positivi erano 217, ci sono dunque 52 casi in più, di cui 22 a Piacenza, 23 a Parma, 2 a Modena, 3 a Reggio Emilia, 1 a Rimini e il primo caso a Forlì/Cesena. Va sempre tenuto presente che questi dati si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento