Primo giorno di scuola, il ritorno sui banchi tra l'emozione: "Usiamo la testa. Le istituzioni ci sono"

L'assessore regionale alla scuola, Paola Salomoni, ha inaugurato con un tour in diversi istituti scolastici di Forlì l'anno scolastico 2020-2021

"Le istituzioni ci sono. E se ci sono difficoltà occorre farlo presente". L'assessore regionale alla scuola, Paola Salomoni, rivolgendosi ad insegnanti e studenti, ha inaugurato con un tour in diversi istituti scolastici di Forlì l'anno scolastico 2020-2021, che ha sancito il ritorno a scuola dopo lo stop imposto dall'emergenza sanitaria da covid-19 il 22 febbraio scorso. Salomoni, accompagnata dal sindaco Gian Luca Zattini e dall'assessore Paola Casara in rappresentanza del Comune, e da Valentina Ancarani e Monica Rossi in rappresentanza della Provincia, ha visitato l’Istituto Tecnico Marconi, dove è stata accolta dalla dirigente scolastica Iris Tognon. Emozioni sul volto di tutti, per una ripartenza nel segno della speranza.

Video - Il primo giorno di scuola

Presenti anche i parlamentari Simona Vietina e Jacopo Morrone, affiancati dal consigliere regionale Massimiliano Pompignoli. A seguire l’assessore regionale Salomoni è stata accompagnata anche all’Ex Gil, in viale della Libertà, dove ha sede la succursale del Liceo artistico e musicale "A. Canova" e alla palazzina in via Marconi nei locali recentemente assegnati al Liceo Scientifico Fulcieri Paulucci de’Calboli. Anche in questa occasione erano presenti le dirigenti scolastiche Electra Stamboulis e Susi Olivetti.

"Bisogna avere pazienza nei momenti di difficoltà, che sicuramente ci saranno - ha detto Zattini agli studenti -. Tutte le istituzioni e il personale scolastico ha fatto un gran lavoro in un percorso ad ostacoli. Tutta la città di Forlì è tornata a scuola. Molti bambini hanno confessato di non aver dormito pensando di rivedere gli amici. La scuola deve essere infatti considerata come un momento di gioia ed è fatta di amicizia". Zattini ha garantito che "saranno fatte verifiche quotidiane per capire come sta andando e prendere eventuali provvedimenti. E' un percorso che si fa tutti insieme e il comportamento di ogni singola persona avrà un valore enorme. Serve usare la testa in questi giorni, perchè è fondamentale". Apertura scolastica anche alla scuola primaria Bersani, alla presenza del deputato Marco Di Maio e del consigliere regionale Lia Montalti.

Zattini e Casara in mattinata hanno fatto visita centro di Formazione Professionale Cnos-Fap. "È una grande prova di comunità quella che è iniziata questa mattina. Una prova che coinvolge tutti, Istituzioni e alunni, famiglie, professori e personale scolastico. Una prova che nasce come una grande sfida ma che insieme, mettendo da parte le divergenze, possiamo a dobbiamo vincere - ha evidenziato il primo cittadino -. La scuola che è ripartita è senza dubbio una scuola diversa, per certi aspetti più fragile ma carica di significati. È una scuola che costruiremo giorno dopo giorno, con l’aiuto degli studenti, la comprensione e la flessibilità delle famiglie, la professionalità del corpo docenti e i sacrifici di tutti i servizi. Le scuole, a causa del Covid, sono state le prime a chiudere e oggi - finalmente - riaprono le porte ai nostri ragazzi e lo fanno, per quanto riguarda quelle di competenza comunale, tutte in presenza. Con la loro riapertura, si segna veramente la ripartenza del nostro Paese e di questo Comune".

"Non sarà un ritorno in classe nel pieno della normalità - ha concluso -, ma ciò non significa che non sia un rientro all’insegna della qualità. In queste settimane abbiamo lavorato senza sosta per riconsegnare ai nostri ragazzi aule più sicure e più ampie, nel rispetto dei protocolli Covid. Possiamo dire, con una nota di orgoglio, che ci siamo riusciti e che oggi tutti insieme siamo ripartiti. Agli alunni di ogni ordine e grado rivolgo un semplice appello: moltissimo dipende da voi, dal vostro senso di responsabilità e dal rispetto che dovete sempre nutrire per il prossimo. Questa Amministrazione non vi lascerà mai soli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'augurio di Morrone

Interviene anche Morrone: “Un augurio affettuoso a tutti gli studenti, ai loro insegnanti e a tutto il personale della scuola che, a oltre sei mesi dalla chiusura delle scuole, riprendono oggi il percorso di studio. Non in tutte le scuole, né in tutte le regioni. E rimane il timore di disorganizzazioni, di inciampi e interruzioni a causa della carenza di aule e di insegnanti. Il pressapochismo del Governo è sotto gli occhi di tutti, mentre i tempi per prepararsi al meglio al nuovo anno scolastico ci sarebbero stati. La scuola e la formazione devono essere al centro del nostro interesse perché riguardano strettamente il futuro del nostro Paese e delle future generazioni. Non ci devono essere scorciatoie, né superficialità: studio, istruzione e formazione di alto livello sono un bagaglio di vita fondamentale che deve essere perseguito a tutti i costi. La richiesta che facciamo al Governo nazionale è quella di affrontare e superare con più serietà, lungimiranza e trasparenza gli inevitabili intoppi creatisi in questi mesi, dall’altro lato chiediamo alla Regione di mettere in pratica, finalmente, dopo tante promesse e lungaggini, il superamento del digital divide che penalizza tanti studenti e famiglie emiliane e romagnole". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

  • Commando armato assalta una villa: minuti di terrore per una famiglia

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento