menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primo giorno di scuola, Zattini: "Ripartiamo con entusiasmo. Segnale di rinascita"

"Partiamo con entusiasmo, consapevoli del momento e delle difficoltà che incontreremo ma disposti tutti a metterci in gioco", scrive su Facebook il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini

Lunedì 14 settembre 2020. Un giorno speciale. Sembra passato un secolo da quel 22 febbraio, l'ultima volta che le classi hanno ospitato professori e studenti prima dell'esplosione della pandemia da covid-19. L'emergenza sanitaria non è finita, ma la ripresa delle lezioni a scuola è il segnale verso quel tanto sospirato ritorno alla normalità. Il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini e l'assessore alla Scuola e Formazione, Paola Casara, hanno partecipato lunedì all'inaugurazione dell'anno scolastico del Centro di Formazione Professionale Cnos-Fap, diretto da Sergio Barbato. All'appuntamento era presente anche il deputato forlivese Marco Di Maio. L'istituto presenta aule riqualificate nuovi spazi per la didattica e i laboratori. "La sfida che li riguarda è la più grande di sempre, ma anche la più stimolante", evidenziano gli amministratori.

"Partiamo con entusiasmo, consapevoli del momento e delle difficoltà che incontreremo, ma disposti tutti a metterci in gioco", scrive su Facebook il sindaco. "Il primo giorno di scuola è da sempre un momento denso di tanti significati e quest’anno, dopo la tragedia che abbiamo vissuto e che purtroppo ancora aleggia minacciosa sulle nostre vite, lo è ancora di più - evidenzia il primo cittadino -. Lo vorrei interpretare come una rinascita, una ripartenza. La nostra città ha dimostrato ancora una volta la sua forza, la sua capacità di resistere e ripartire. Le sue attività economiche e sociali si sono rimesse in moto con coraggio e intelligenza. Ora tocca alla scuola ripartire".

"Tutte le istituzioni, scolastiche e non, hanno lavorato per offrire spazi adeguati e sicuri che permettano di ritornare in classe e di farlo in presenza - sottolinea Zattini -. La scuola è incontro, condivisione, apprendimento ma soprattutto è la sintesi di un momento educativo. Partiamo con entusiasmo, consapevoli del momento e delle difficoltà che incontreremo ma disposti tutti a metterci in gioco". Dal sindaco infine un appello: avere "pazienza, ma sono certo che insieme riusciremo a passare un anno meraviglioso. In questi mesi ho temuto di non poter vivere questo momento, di non poter regalare alla mia nipotina e a tutti i bambini e bambine di questa città la gioia del loro primo giorno di scuola. Ci siamo arrivati grazie allo sforzo di tutti e il mio è un immenso grazie ed un abbraccio caloroso a tutti".

"E' un giorno speciale, una nuova ripartenza, un ritorno a spazi di normalità, dopo sei mesi di distanza - esclama Casara -. Sono tante le emozioni che provo ma una prevale su tutte, il desiderio di vedere i bambini e i ragazzi insieme, di percepirne l’energia, scrutarne gli sguardi, ascoltare le voci e gli strilli e ammirare i loro sorrisi. Mai come ora è chiaro che la scuola è vita, è un valore di comunità, è fatta da persone, (non dai banchi), l’educazione è il motore essenziale per garantire il futuro del nostro Paese. Non mancheranno le difficoltà ma le supereremo insieme, ognuno farà la sua parte e il senso di responsabilità collettivo ci guiderà, ne sono certa. Buon inizio a tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Come eliminare l'odore di fumo in casa: ecco i consigli

Attualità

"Non più soli", quattro posti alla Misericordia di Rocca San Casciano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento