rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca

Primo pezzo del collegamento veloce Forlì-Cesena al via: due nuove strade per due km totali

Il progetto è definitivo e già interamente finanziato, per questo nei prossimi mesi verrà indetto l'appalto

Il progetto è definitivo e già interamente finanziato, per questo nei prossimi mesi verrà indetto l'appalto e, se tutto andrà bene, nell'estate del 2022 si potranno vedere i primi cantieri all'opera. Se ne parlava dal 2016 e prende ora un'accelerata il progetto di collegamento veloce Forlì-Cesena, anche se solo per due lotti, il principale dei quali è una bretella di 1,2 chilometri tra via Mattei, all'intersezione con l'ingresso dello stabilimento Marcegaglia, fino alla tangenziale di Forlimpopoli, all'altezza di via San Leonardo. Una sorta di bypass di una delle principali “strozzature” dell'attuale collegamento alternativo alla via Emilia verso Cesena, vale a dire l'incrocio a T terminale di via Mattei e l'attraversamento della frazione di San Leonardo.

VIDEO - La presentazione del progetto

L'avvio dell'iter è stato annunciato mercoledì mattina dai sindaci di Forlì Gian Luca Zattini e di Forlimpopoli Milena Garavini (assieme agli assessori Giuseppe Petetta, Vittorio Cicognani e Adriano Bonetti) nei cui territori ricadono gli interventi. Il bypass di San Leonardo  comprenderà tre rotonde, il montaggio di pannelli fono-assorbenti nei pressi dell'abitato di San Leonardo, la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale tra la frazione di San Leonardo e il percorso esistente, e la creazione di aree verdi di mitigazione, anche con alberi di alto fusto, come suggerito dalle valutazioni di compatibilità ambientale che sono state condotte. L'opera è stata finanziata con 5,6 milioni e rientra nell'Intesa Governo – Regione per l'utilizzo del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (Fsc).

Il secondo è più piccolo lotto è invece una bretella di 600 metri tra via del Bosco e via Selva, per un costo di 1,4 milioni di euro, così da rendere accessibile l'area industriale di Villa Selva da nord, nei pressi del Santuario del Fornò, collegandola con Carpinello, via Cervese e da qui allo svincolo di Casemurate dell'E45. Entrambe le nuove strade sono carreggiate da 10,5 metri adatte ad un traffico intenso.

 

Collegamento veloce Forlì-Cesena

“E' un progetto consistente da 7 milioni di euro. Entrambi i Comuni hanno dato il via libera definitivo all'opera, ora a breve si andrà all'appalto, mentre c'è già stato un confronto con i cittadini e accordi bonari per gli espropri che ci danno tranquillità”, spiega il primo cittadino forlimpopolese Milena Garavini. “Era un progetto che rischiava l'nsabbiamento, ma grazie ai Comuni si è fatta comprendere l'urgenza dell'opera – aggiunge Zattini -. Andiamo nella direzione di dare le necessarie infrastrutture di collegamento tra zona industriale, aeroporto, E45 a Cesena e porto di Ravenna”. Se il cronoprogramma sarà rispettato i due tratti stradali per un totale di circa 2 chilometri saranno pronti alla fine del 2023.

I due lotti sono di fatto i due progetti operativi del “collegamento veloce tra Forlì-Cesena”, altri tre sono allo studio e non finanziati (il miglioramento nella stessa sede dell'attuale tracciato di via Enrico Mattei e il miglioramento nella stessa sede del tracciato della tangenziale di Forlimpopoli, in particolare per realizzare una rotonda a Sant'Andrea), mentre è ancora più in alto mare la prosecuzione del tracciato da Forlimpopoli alla secante di Cesena. Si stima che per completare questo tratto, il più lungo, siano necessari circa 60 milioni di euro, per un tracciato ipotizzato adiacente alla ferrovia lato mare, senza intersezioni a raso, fino a connettersi al progetto di 'Lotto Zero' della Secante di Cesena, il completamento dell'asse stradale cesenate ad ora incompiuto sul lato di Forlì. 

Proprio i comuni di Bertinoro e Cesena sono i più indietro sulla condivisione del progetto di collegamento tra i due capoluoghi della provincia. “C'è un tavolo aperto per un accordo sugli step successivi”, specifica Garavini. E puntualizza lo stesso Zattini: “L'avvio di questi lavori farà da stura per un progetto complessivo, con una convenzione tra i quattro Comuni che è attualmente in discussione”. Solo con l'accordo dei quattro municipi, infatti, si potrà andare in Regione per inserire l'opera come prioritaria per i finanziamenti di Anas.

collegamento veloce fo ce 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo pezzo del collegamento veloce Forlì-Cesena al via: due nuove strade per due km totali

ForlìToday è in caricamento