menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primo semestre da record per la Fanzinoteca d'Italia

Quest’anno si è registrato un netto aumento di riscontro positivo maggiore rispetto all'anno passato, attività che sta dando ottimi frutti, un segnale positivo di un coinvolgimento sempre più ampio

Dati alla mano, più che positivi, riscontrati nel primo semestre del secondo anno di attività della Fanzinoteca d'Italia, che ha visto lo Staff sempre più impegnato in un grande contesto operativo, i numeri ne danno un valido e preciso riscontro, configurando questo primo semestre da record. In questi primi 6 mesi del 2012 la Fanzinoteca d'Italia ha promosso una ventina di progetti tra eventi e iniziative socio-culturali, con 78 aperture della sede tra pubbliche e straordinarie (+ 30% dal 2011), coperte da ben 445 ore (+ 300% dal 2011) sia singole che in compresenza di stagiti e borse di lavoro per categorie protette, un aumento di prestiti del 800% dal 2011.

Le dimensioni dell’attività non sono passate inosservate anche tra i media: oltre 250 articoli, interviste e recensioni sulla carta stampata e sul web hanno parlato finora della Fanzinoteca d'Italia e del suo operato, testate su carta e web, tra periodici e quotidiani, emittenti radiofoniche locali e nazionali, pubblicazioni di settore e la Regione Emilia Romagna ha messo a disposizione lo spazio in rete per promuovere la struttura e l'attività. Grande visibilità è stata data alla Fanzinoteca d'Italia, con un preciso riferimento al Riconoscimento Nazionale ricevuto dall'esperto fanzinotecario Gianluca Umiliacchi, dall'associazione nazionale ANAFI, in occasione della 48a edizione della Mostra Mercato di Reggio Emilia.

Il rinnovato impegno del valido Staff di gestione e organizzativo ha dato i suoi frutti al punto che sono aumentati i giorni di apertura, con la mattinata del giovedì, per rispondere alle richieste del pubblico, sempre maggiore, e tutto questo lavoro solo a scopo di volontariato e senza alcun  coinvolgimento e contributo da parte dell'Ente pubblico. I dati in crescita esponenziale confermano che la cultura necessita anche di luoghi e menti alternative, ora resta da vedere quante possibilità vi siano a Forlì di poter proseguire lungo la strada delineata senza adeguati sostegni. La Fanzinoteca d'Italia vuole dunque ringraziare tutti gli interessati per il contributo che hanno dato a un risultato così significativo, che ci incoraggia a proseguire sul non facile percorso intrapreso.

Altro segno positivo è riscontrabile nelle iscrizioni da parte di una utenza giovane, e tutto questo spinge la Fanzinoteca d'Italia a proporsi in maniera più concreta verso l'Amministrazione locale, infatti sono in fase di progettazione eventi da proporre all'Assessorato alla Cultura e all'Assessorato alle Politiche Giovanili, che potrebbe essere l'avvio di un valido percorso collaborativo, inoltre, è anche in fase di realizzazione la partecipazione al bando per progetti di valorizzazione dei beni culturali a Forlì, cioè "Giovani per il territorio".

Quest’anno si è registrato un netto aumento di riscontro positivo maggiore rispetto all'anno passato, attività che sta dando ottimi frutti, un segnale positivo di un coinvolgimento sempre più ampio e differenziato intorno alla struttura nata per la promozione della cultura alternativa nel nostro Paese, le tante adesioni/partecipazioni rappresentano una conferma dell’eterogeneità della Fanzinoteca d'Italia, unica realtà che sta riunendo in un preciso network tutti gli attori – grandi e piccoli, noti e meno noti – che rendono ricco, unico e vitale il mondo socio-culturale dell'editoria fanzinara italiana, mentre, ovviamente, il calendario annuale di iniziative prosegue, con eventi in molti casi unici sia a livello locale che nazionale. Quindi, avanti tutta con la testata fanzinara "Nuove Mani", la fanzine forlivese "a Km zero" a cura di Sara Sax Guidi e Ilario Gradassi, a ruota segue l'evento "Un mare di... fanzine", formato da una serie di iniziative, come le mostre consultabili "Fanzine, da dove e verso dove" allestita presso l'Atrio Espositivo e "La Fanzinoteca d'Italia e il suo pubblico", che accompagneranno gli interessati per tutta questa estate e visitabili negli orari pubblici. Altre iniziative, nuove ed innovative o seguito dell'anno passato, come "Nuvole Parlanti a Forlì", per il prossimo settembre, sono la conferma della validità sociale di questa unica struttura posta all'interno di una comunità in costante crescita culturale, valido esempio di come sia possibile valorizzare il patrimonio di cultura alternativa all'interno di contesti cittadini con proposte che, partendo dalla città, sono in grado di arrivare alla Nazione per andare oltre.

Questa prima e unica "Biblioteca delle fanzine", è un luogo dove si respira una cultura povera ma viva, è uno spazio allestito per tutti coloro che desiderano conoscere e approfondire il tema e la realtà sull'editoria fanzinara nazionale. L'unica struttura importante per occasioni di dialogo che consentano di avvicinarsi, in modo costruttivo e consapevole, alla conoscenza della realtà fanzinara, nonché alla partecipazione per una piena fruizione delle opportunità e dei concetti che da anni attravesrso le loro pagine esprimono, per uscire da quella staticità socio-culturale aprendo una porta sul futuro. Ecco, quindi, a disposizione di tutti gli interessati una specifica e concreta struttura adibita per l'erogazione di servizi unici, che prevedono tre aperture pubbliche settimanali, le due pomeridiane del martedì e il venerdì dalle 14.00 alle 18.00, e quella del giovedì dalle 9,00 alle 13,00, supportate da parte di un valido personale, diretto dall'esperto fanzinotecario Umiliacchi. Per conoscere dettagliatamente tutte le iniziative e chiedere informazioni alla Fanzinoteca d'Italia è disponibile il sito www.fanzinoteca.it oppure la e-mail fanzinoteca@fanzineitaliane.it
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento