menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I privati del Trasporto pubblico denunciano: "grave situazione"

Martedì, presso il Comune di Forlì, si è tenuto un incontro richiesto da CNA e Confartigianato per un confronto sui gravi problemi che preoccupano le imprese private impegnate nei servizi di TPL

Martedì, presso il Comune di Forlì, si è tenuto un incontro richiesto da CNA e Confartigianato per un confronto sui gravi problemi che preoccupano le imprese private impegnate nei servizi di TPL (Trasporto pubblico locale) nel bacino provinciale Forlì-Cesena.  Presenti rappresentanti della Provincia, dei Comuni di Forlì e Cesena, delle Associazioni CNA e Confartigianato e del Consorzio Co.E.R.Bus che rappresenta le imprese private del settore.
 
La crisi economica, causa principale di tagli di servizi, insieme con una riorganizzazione che penalizza sempre di più il gestore privato rispetto alla componente pubblica (AVM), mettono seriamente a rischio la possibilità che le imprese private continuino a gestire quel 25% di servizi di TPL che consente alla collettività di risparmiare oltre 1 milione di euro all'anno”, si legge nella nota di Cna.
 
Le Associazioni e il Co.E.R.Bus chiedono il riconoscimento del ruolo delle imprese private ed un loro pieno coinvolgimento e partecipazione alle scelte, con pari dignità rispetto al gestore pubblico. “Se per gli Enti pubblici i tagli sono necessari, va detto però che c’è modo e modo di tagliare. Con la consapevolezza che a problemi nuovi vanno date soluzioni nuove”.

Le imprese sono già in grossa difficoltà: sono state costrette a procedere con alcuni licenziamenti e con la richiesta di cassa integrazione in deroga per altri dipendenti. Mettere a rischio le imprese private del settore rischia di far saltare anche servizi fondamentali come i trasporti sociali e scolastici.  C'è bisogno di recuperare immediatamente le risorse, che sono venute a mancare, che consentano alle imprese di far fronte all'emergenza”.

 
L’incontro è stata l’occasione per affrontare anche altri temi: obiettivi e strategie della Società pubblica di gestione di area vasta denominata START Romagna, quale tipo di partnership sia possibile instaurare con i privati (garanzie sulla durata di un loro impegno, tema della proprietà degli autobus).  La Provincia ed i Comuni di Forlì e Cesena  hanno garantito che si faranno promotori di attivare subito (fine agosto–inizio settembre) un tavolo di confronto a cui parteciperanno i rappresentanti di ATR, di AVM e delle aziende private per tentare di trovare una soluzione ai problemi e scongiurare il rischio di un disimpegno degli stessi privati con grave danno per tutti.     

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento