rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Viabilità / Civitella di Romagna

Bidentina, tra traffico e incidenti. Un gruppo di residenti: "Servono autovelox fissi e ammodernamento"

Un gruppo di residenti di Civitella ha preso carta e penna per evidenziare le problematiche nei centri abitati attraversati dalla Bidentina

"Attraversare sulle strisce in pieno centro a Civitella è diventata una roulette russa". Un gruppo di residenti di Civitella ha preso carta e penna per evidenziare le problematiche nei centri abitati attraversati dalla Bidentina. Lo spunto arriva dagli incolonnamenti registrati per lavori domenica nella zona di Cusercoli. "Dal 2018 - esordisce Lucia Guidi - un numeroso gruppo di abitanti di Civitella, con la collaborazione dell’amministrazione comunale, chiede l’intervento dell’amministrazione provinciale, della prefettura, della questura e della Polizia locale per i gravi problemi causati ai residenti dal traffico intenso "quotidiano" sulla Bidentina".

"I 5 chilometri di coda di domenica sono sicuramente un episodio spiacevole ma sopportabile per un turismo pendolare legato a previsioni meteo che l’amministrazione “non avrebbe considerato” - prosegue -. In particolare Cusercoli, Civitella e Galeata c'è un intenso traffico quotidiano di automobili, camion e autoarticolati, lanciati ogni giorno sull’asfalto a velocità come minimo doppia del limite consentito e che quindi creano gravi problemi di sicurezza alla popolazione. Abbiamo sollecitato più volte l’installazione di autovelox fissi nel centro abitato (autorizzati nel decreto semplificazioni del 16 settembre 2020) in quanto le colonnine arancioni ormai sono utili solo come ricovero per le vespe: è risaputo che funzionano solo in presenza di una pattuglia".

E in viale Roma, prosegue Guidi, "in pieno centro abitato, negli ultimi 3 giorni si sono verificati 3 incidenti, di cui l’ultimo piuttosto serio, tutti dovuti all’eccessiva velocità. Nell’ultimo mese si è registrato un investimento sulle strisce pedonali di due signore anziane ed un grave tamponamento sempre sulle strisce con rischio di investimento del pedone: attraversare sulle strisce in pieno centro a Civitella è diventata una roulette russa. Il 6 ottobre 2020 si è sfiorata la tragedia quando un’auto proveniente da Santa Sofia a velocità folle è balzata sul marciapiede devastando tutto quello che incontrava, panchine , alberi, pensilina del bus. Il conducente è rimasto miracolosamente illeso e impunito, ma solo per una questione di secondi sul marciapiede in quell’istante non vi erano pedoni" (leggi qui l'articolo)

Spaventoso incidente a Civitella (foto Forlitoday)

In conclusione, chiosa Guidi, "siamo favorevoli alla creazione di un comitato dei residenti in val Bidente che promuova la tutela di chi ogni giorno subisce i danni di un traffico quotidiano intenso e selvaggio e non solo di chi per una gita domenicale deve sopportare saltuariamente 30 minuti di coda. Pensiamo inoltre che, oltre all’installazione di autovelox fissi che rappresentano una soluzione a breve termine, sia necessario promuovere un ammodernamento della Provinciale 4 del Bidente, anche rispolverando i progetti che prevedevano di evitare i centri abitati in quanto la Bidentina non è più adeguata al traffico sempre in aumento soprattutto di mezzi pesanti". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bidentina, tra traffico e incidenti. Un gruppo di residenti: "Servono autovelox fissi e ammodernamento"

ForlìToday è in caricamento