Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Bertinoro

La scuola all'aria aperta, bimbi in fattoria: nuovi spunti per l’apprendimento, "migliorano le capacità didattiche"

"L’ambientazione della fattoria è ideale per far nascere motivazione, interesse e un apprendimento a livelli più profondi", esordisce Crudeli

Tappa conclusiva del progetto "Demeter", realizzato in collaborazione con Sern e, per la parte scientifica, dall'Università Bicocca di Milano. Bertinoro, attraverso la coordinatrice psico-pedagogica dei Servizi per l'infanzia, Fabiola Crudeli, fin dall'inizio (2018) ha tenuto i contatti con i partners europei per un concreto scambio di esperienze, partecipando anche ad incontri transnazionali in Svezia, Gran Bretagna e Portogallo.

"L’ambientazione della fattoria è ideale per far nascere motivazione, interesse e un apprendimento a livelli più profondi - esordisce Crudeli -. I ricordi delle abilità legate al piantare, annusare e camminare attorno a una fattoria, facendo esperimenti e utilizzando il linguaggio sono difficili da dimenticare, a differenza dei ricordi cognitivi acquisiti in classe, che vengono rimossi più facilmente. I bambini hanno bisogno di essere educati all’apprezzamento della bellezza dei posti in cui vivono e di vedere le risorse disponibili. L'auspicio è che in futuro ciò stimolerà la loro partecipazione nella comunità locale e la loro imprenditorialità, fornendo un antidoto allo spopolamento delle zone rurali". Il progetto è stato realizzato nella scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Amaducci di Bertinoro, con bambini di 7 anni della seconda classe e grazie alla disponibilità dell’insegnante Antonella Nicosanti.

E' stato realizzata un'interessante esperienza nella fattoria Fattoria Fantini, dove gli alunni hanno avuto l'opportunità di sperimentare tutte le varie fasi legate alla produzione della ricotta: apprendimento esperienziale traversale multisensoriale. L’intento è stato quello di creare una collaborazione tra scuole e settore agricolo, dove insegnanti e agricoltori hanno unito le loro conoscenze per fornire nuovi spunti per l’apprendimento circa la natura e l’ambiente che li circonda, anche attraverso attività come la produzione della ricotta.

"Il progetto - conclude Crudeli - ha avuto il merito di costruire una maggiore consapevolezza negli insegnanti circa le possibilità di collaborare con le fattorie, permettendo agli alunni delle scuole primarie di vivere esperienze maggiormente interattive ed integrate. La pratica educativa risulta beneficiare moltissimo da questa collaborazione migliorando la capacità didattiche degli insegnanti delle scuole e degli operatori e creando sinergie tra istruzione, istituzioni, imprese e ricerca".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola all'aria aperta, bimbi in fattoria: nuovi spunti per l’apprendimento, "migliorano le capacità didattiche"

ForlìToday è in caricamento