A Santa Sofia l'ex casa di riposo diventerà il polo unico dei medici di base: dalla Regione 500mila euro per il progetto

a nuova struttura ospiterà anche un centro di ascolto ed un emporio solidale per la distribuzione di generi alimentari e vestiario a famiglie in difficoltà

Si rafforza così l’impegno della Regione per il miglioramento della dotazione di servizi pubblici di base nelle aree rurali e montane più fragili e a rischio di abbandono dell’Emilia-Romagna. E' stato approvato per il territorio forlivese il progetto di ristrutturazione dell’ex casa di riposo dell’Asp San Vincenzo de Paoli di Santa Sofia, dove sorgeranno il polo unico dei medici di base, la sede del servizio sociale territoriale, in particolare per l’assistenza agli anziani e ai disabili, e lo sportello sociale rivolto a soggetti in difficoltà. La nuova struttura ospiterà anche un centro di ascolto ed un emporio solidale per la distribuzione di generi alimentari e vestiario a famiglie in difficoltà. Il tutto grazie ad un finanziamento regionale di 500 mila euro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade di sangue, ancora una tragedia: drammatico schianto sulla via Emilia, un morto

  • Identificato il ciclista forlivese travolto ed ucciso da un suv. Gli amici: "Pedala in cielo"

  • Tira dritto alla rotonda della Tangenziale, si ribalta e distrugge l'auto: vivo per miracolo grazie alle cinture

  • Ruba il bancomat alle colleghe di lavoro, paga aperitivi e fa prelievi: incastrato dalla Polizia

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Spese pazze dopo l'assalto alla sala slot: presi a Forlì dopo il colpo da 30mila euro

Torna su
ForlìToday è in caricamento