Democrazia e diritti umani: 30 studenti dell'area balcanica protagonisti a Santa Sofia

Cinque programmi gemelli di Erma sono stati attivati con successo negli ultimi quindici anni, nelle sedi universitarie di Pretoria, Buenos Aires, Sidney, Yerevan e Venezia.

Trenta studenti provenienti prevalentemente dai Paesi dell’area balcanica sono protagonisti fino al 15 ottobre all'Ostello della Gioventù di Santa Sofia, in occasione della nuova edizione del Master Erma, European Regional Master’s Programme in Democracy and Human Rights in South East Europe, coordinato dalle Università di Sarajevo e di Bologna, in collaborazione con l'Istituto per l'Europa Centro-Orientale e Balcanica, e co-finanziato dalla Commissione Europea e dal Ministero degli Affari Esteri. Incentrato sui temi della democrazia e dei diritti umani, il master universitario è attivo dall’anno accademico 2000/01 e si articola in tre fasi, che vedono impegnati studenti in un percorso di studio approfondito su queste fondamentali tematiche, attraverso un approccio interdisciplinare che abbraccia le scienze politiche, gli studi giuridico-sociali, l’economia e la filosofia.

Dopo una prima fase del Master svoltasi in aula a Sarajevo e sette settimane di stage in varie organizzazioni internazionali ed istituti di ricerca nell’area balcanica, i partecipanti sono in questa fase ospiti del Centro Residenziale Universitario di Bertinoro nella sede dell'Ostello di Santa Sofia dove, fino al 15 ottobre, parteciperanno alla 22esima scuola estiva internazionale promossa dall’Iniziativa Centro Europea (Ince) dal titolo "Minorities, Kin-States and Territorial Cooperation’’, per poi concentrarsi sulla finalizzazione delle tesi, affiancati da tre tutor accademici. I co-direttori del programma sono il professor Asim Mujkic ed il professor Stefano Bianchini, coadiuvati dai coordinatori Mariana Hadzijusufovic e dal prof. Francesco Privitera. Lo staff accademico è affiancato dai tutors Alina Trkulja, Marjan Icoski e Adriano Remiddi, che coordina didatticamente la summer school di Santa Sofia.

A salutare i giovani corsisti all’avvio della loro esperienza santasofiese il sindaco Daniele Valbonesi, assieme al prof. Francesco Privitera, ad Andrea Bandini ed Eleonora Campori del Ceub. “In questo contesto - ha sottolineato il professor Proivitera - l'Unione Europea sostiene il programma Erma con finanziamenti garantiti fino al 2021, avendolo riconosciuto nel 2012 come il migliore all'interno del Global Campus della didattica, della gestione e della qualità strutturale dell'intero impianto organizzativo”. Durante i 45 giorni di permanenza a Santa Sofia, i 30 studenti seguiranno anche un programma di escursioni e visite sul campo, utili per rafforzare la comunicazione interculturale, l'adattabilità e una mentalità interculturale, che sono alla base dei valori trasversali del programma. Un aspetto questo fondamentale per i giovani corsisti, che ogni anno allacciano un rapporto molto stretto con il territorio che li ospita, sviluppando un forte senso di empatia per Santa Sofia, Bertinoro e la Romagna.

Il master Erma è sviluppato all’interno del Global Campus of Regional Master’s in Human Rights and Democratization, l’unica iniziativa globale che promuove l’educazione scientifico-universitaria nel settore dei diritti umani. Il Global Campus è coordinato dall’Eiuc (European Inter-University Center), istituzione europea nata per promuove la creazione di una generazione di funzionari, esperti, analisti con prospettive professionali nella gestione dello Stato e nelle organizzazioni intergovernative e non governative, nelle università e centri di ricerca. Cinque programmi gemelli di Erma sono stati attivati con successo negli ultimi quindici anni, nelle sedi universitarie di Pretoria, Buenos Aires, Sidney, Yerevan e Venezia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Folle velocità, schianto e cappottamento in Tangenziale: guidava con una patente falsa

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

  • Far west nella notte in centro storico a Forlimpopoli, i banditi assaltano un Bancomat

Torna su
ForlìToday è in caricamento