Martedì, 16 Luglio 2024
Festa Artusiana / Forlimpopoli

La podistica, Tommaso Melilli e Cosimo Naglieri al martedì della Festa Artusiana. A Giovanni Di Lorenzo il Premio Marietta

Piazza Gramsci e Piazzetta del Bersagliere saranno il nastro di partenza della gara podistica curata dall’Asd Polisportiva Azzurra Forlimpopoli

All'Artusiana è stata la domenica dedicata ai Premi Marietta, i riconoscimenti per i cuochi non professionisti, e dei Premi Marietta ad Honorem destinati a coloro che nel corso dell’anno si sono distinti per la produzione di pensiero sulla gastronomia o per idee innovative o per particolare cura nella produzione. A ricevere il premio Marietta ad Honorem Giuseppe (Beppe) Sangiorgi per la significativa opera di studio e valorizzazione del patrimonio enogastronomico della Romagna, Forno Cappelletti & Bongiovanni di Dovadola per l’attenzione e la cura con cui il laboratorio artigianale panifica ogni giorno con grani tradizionali. Presenta Antonio Tolo responsabile Biblioteca comunale di Forlimpopoli. Il Premio Marietta 2024 è stato vinto da Giovanni Di Lorenzo, che ha ricevuto il riconoscimento da Verdiana Gordini presidente associazione Mariette, e Maicol Ragazzini caporeparto Spazio Conad in rappresentanza dello sponsor del premio

Il martedì dell'Artusiana

Il cuore della Festa Artusiana di Forlimpopoli ha molti eventi nel programma di martedì. La corte di Casa Artusi alle 17.30 ospita “Le insolite presenze”, un laboratorio per bambini (5-10 anni) a cura di CavaRei Impresa sociale. Le erbe aromatiche coltivate a San Leonardo in Schiova nel terreno biologico dellacCoop. CavaRei, arrivano a Casa Artusi per profumare di lavanda, rosmarino e timo i manufatti artigianali. Piazza Gramsci e Piazzetta del Bersagliere saranno il nastro di partenza della gara podistica curata dall’Asd Polisportiva Azzurra Forlimpopoli, una non competitiva con distanze di 4,5 e 8,5 chilometri. Ritrovo ore 18.30, partenza libera ore 19.30 e partenza ufficiale alle 20.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Alle 19 a Casa Artusi l’appuntamento di “Aperitivo a corte” a cura della Fondazione Casa Artusi con la presentazione del libro “Cucina aperta” (Editore 66thand2nd). “C’è una disciplina segreta che si nasconde nell’arte minuta dello scrivere ricette, e sta nel domandarsi ogni giorno come queste verranno ricevute, interpretate, messe in pratica, tradite. Dovremmo poter leggere le ricette come si leggono gli oroscopi: immaginarci mentre cuciniamo e mangiamo qualcosa, una proiezione di noi stessi in un pezzetto di vita che sentiamo essere possibile ma che ancora non si è realizzato. Bisognerebbe saper scrivere ricette come si scrivono i romanzi: invece di soffrire perché non si può dire tutto, riuscire a non dire delle cose di proposito, per permettere a chi non lo sa di immaginare a modo suo ciò che non si è detto.” Tommaso Melilli, cuoco, scrittore e consulente creativo, ultimato il liceo si trasferisce a Parigi, dove incomincia a lavorare in un piccolo bistrot e in altri ristoranti della città. Dalla scrittura alla pratica in cucina Tommaso interpreta l’universo letterario della gastronomia toccando le corde emotive del cibo e ci invita a interrogarci su cosa sia oggi il settore ristorativo e della “cucina aperta”. Con Tommaso Melilli, autore del libro, dialoga Mattia Fiandaca, gastronomo Casa Artusi.

Lo Show cooking delle 20 in Piazza Pompilio è di Cosimo Naglieri, chef Executive del “Grand Hotel” di Cesenatico. Lo chef, membro della World Association of chef society, è docente nei corsi di formazione per professionisti e negli show cooking della Federazione Italiana Cuochi. Inoltre alle 19.30 al Nido d’infanzia La lucciola di Via S. Allende 25 ci sarà la cena picnic Artusi al nido, mentre all’Arena di Piazza Fratti la musica dal vivo di Zona sonora live band. Alle 20 nel Fossato della Rocca è in programma lo spettacolo per bambini “Sebastian burrasca” a cura di Teatro delle Forchette. Alle 21.30 al Museo Archeologico “T. Aldini” sarà possibile fare la visita guidata e animata ai camminamenti della Rocca Albornoziana, a cura di Atlantide soc. coop.È prevista la prenotazione ed una quota di partecipazione di 5 euro (per informazioni e prenotazioni: 337 118 0314 maf@comune.forlimpopoli.fc.it). AAlle 21.45 al Fossato della Rocca appuntamento con la musica dal vivo con "Musica muta in concerto".

Tutte le sere all'Artusiana

Casa Artusi ospita la mostra “Gusto! Gli italiani a tavola: 1970-2050” di M9 - Museo del ’900 Venezia Mestre a cura di Massimo Montanari e Laura Lazzaroni. Un percorso per raccontare come la relazione tra gli italiani e il cibo sia profondamente mutata in questi ultimi decenni, con un cambio di paradigma decisivo tra l’immagine tradizionale della cucina nazionale e una relazione sempre più complessa, segmentata e contraddittoria di un Paese che si sta trasformando nelle proprie abitudini, nei propri consumi e nella composizione sociale.  Appuntamento anche con “Scopri Casa Artusi”: ogni sera dalle 18 alle 23 sono previste visite guidate alla Chiesa dei Servi, alla Biblioteca gastronomica, all’Archivio della corrispondenza personale di Pellegrino Artusi e allo studio di Artusi, la Scuola di Cucina e soprattutto gli spazi museali dedicati a Pellegrino Artusi, unanimemente considerato il padre della moderna cucina italiana. Aperture straordinarie serali alla Chiesa del Carmine, piccolo gioiello architettonico del ‘600 e scrigno di tesori d’arte, normalmente chiusa al pubblico, in occasione della festa e grazie alla collaborazione della Parrocchia di San Ruffillo e dei parrocchiani sarà possibile visitarla e apprezzarne la bellezza.

C'è anche la mostra “Ritrovamenti”, esposizione personale di Cristian Cimatti, scultore visionario e difficilmente etichettabile, Cristian Cimatti – che dal 2020 al 2023 è stato anche curatore della manifestazione “Roccambolesca” a Meldola - trasforma ceramica, metalli e parti organiche in opere ‘pungenti’, che propongono punti di vista differenti e suscitano nell’osservatore sensazioni contrastanti. Il Voltone della Farmacia Fabbri, Piazza Garibaldi ospita la “Mostra ontologica della associazione amici dell’arte di Forlimpopoli”. I Camminamenti della Rocca Albornoziana ospitano “Gli Alberi genealogici delle famiglie di Forlimpopoli” a cura dell’Associazione Amici della Pieve Ogni sera è aperta “A casa di Paola” in via Costa 22, uno spazio originale e versatile nel quale si respirano atmosfere di altri tempi. Un luogo d’arte che è allo stesso tempo galleria espositiva e bottega di una volta. Aprono le loro porte anche “Casa museo Bertozzi” - il Centro d’Arte e Documentazione di via Massi 58 dove lo scultore Mario Bertozzi vi è nato e vissuto fino all’età di 92 anni - e la Collezione Guzzi Brunelli, il museo Moto Guzzi di via Roma 32.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La podistica, Tommaso Melilli e Cosimo Naglieri al martedì della Festa Artusiana. A Giovanni Di Lorenzo il Premio Marietta
ForlìToday è in caricamento