menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forlì si prepara a celebrare il 75esimo della Liberazione: in Piazza una mostra di mezzi storici

Quest'anno per l'occasione sono stati invitati gli addetti militari dei paesi alleati che ebbero un ruolo determinante nella liberazione di Forlì 75 anni fa

Il 9 novembre Forlì celebrerà il 75esimo anniversario della Liberazione. Per la ricorrenza è stato definito un programma di iniziativa pensato in collaborazione con il 66esimo Reggimento Fanteria Aeromobile Trieste, il Secondo Gruppo Manutenzione Autoveicoli Mobile di Forlì e le realtà associative del territorio, in particolare con la Confederazione tra le Associazioni combattentistiche di Forlì-Cesena. Quest'anno per l'occasione sono stati invitati gli addetti militari dei paesi alleati che ebbero un ruolo determinante nella liberazione di Forlì 75 anni fa.

Il primo appuntamento è in programma martedì 29 ottobre alle 11 in via Oberdan, con la deposizione di un mazzo di fiori alla lapide che ricorda Pino Maroni alla presenza dell’Anpi e della presidente del consiglio Alessandra Ascari Raccagni. Sabato 9 novembre al Sacrario ai Caduti in Corso Diaz, angolo via sant’Antonio Vecchio, sarò inaugurata alle 9 dal sindaco Gian Luca Zattini la mostra "1944 – La battaglia di Forlì" alla presenza dei curatori. Alle 10, in Piazza Saffi, è prevista la cerimonia istituzionale in ricordo del 75esimo anniversario della Liberazione della Città. Ci sarà la deposizione di corone al Sacrario ai Caduti per la Libertà nel Chiostro di San Mercuriale e ai lampioni di piazza Saffi. Renderà gli onori una compagnia d’onore del 66esimo Reggimento Fanteria Aeromobile Trieste. Parteciperà alla cerimonia il corpo bandistico della Brigata paracadutisti “Folgore” A partire dalla mattina in Piazza Saffi verrà allestita esposizione mezzi storici. Alle 15 ci sarà in Piazza Saffi (o in Salone Comune, a seconda delle condizioni atmosferiche) il concerto della banda Città di Forlì.

Le iniziative proseguiranno anche martedì 12 novembre: alle 21 il Teatro "Il Piccolo" (via Cerchia 96) ospiterà “Il boia nazista a Roma e a Forlì”, drammatizzazione teatrale messa in scena dall'associazione Sartoria Teatrale (adattamento e regia di Stefania Polidori in collaborazione con Davide Conti e Gabriele Zelli). Sono previsti interventi di saluto dell’amministrazione comunale e di Giorgio Barlotti, presidente del Cda Coop Casa del Lavoratore.. L’iniziativa è promossa dalla Coop Casa del Lavoratore Bussecchio, associazione Sartoria Teatrale, Comitato Pro Forlì Storico-Artistica, Ass. "E' Sdaz". Ingresso libero.

Venerdì 8 novembre alle 20.30, alla Sala Don Bosco di via Ridolfi 29, alla presenza dell’assessore alla Cultura Valerio Melandri e mercoledì 13 novembre alle 20.30, al teatro parrocchiale SS. Pietro e Paolo in Roncadello (via del Canale 48), alla presenza del sindaco Zattini, sono in programma due serate promosse dai Comitati di Quartiere di Barisano, Malmissole, Poggio, Roncadello, San Giorgio, e dalla stessa Unità Pastorale. In particolare ci sarà la presentazione del libro "1944: il passaggio del fronte. Dai diari e dalle memorie dei parroci di Barisano, Malmissole, Poggio, Roncadello, San Giorgio".

Saranno inoltre presentati la relativa mostra fotografica e il film-documentario "1944: il passaggio del fronte. Noi c'eravamo", a cura del fotoreporter e registra Fabio Blaco, presente per l'occasione. Oltre al sindaco interverranno anche  Sara Conficconi, coordinatrice del Comitato di Quartiere; Don Antonino Nicotra, parroco; e Mario Proli, storico. Coordinerà l'incontro Zelli. L'Anpi in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza organizzeranno per l’occasione visite guidate sui luoghi della Resistenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento