menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Promozione dei prodotti biologici, la Regione ci mette 81mila euro

La Regione Emilia-Romagna lancia un nuovo avviso pubblico per la presentazione di domande di finanziamento per le azioni di promozione dei prodotti biologici

La Regione Emilia-Romagna lancia un nuovo avviso pubblico per la presentazione di domande di finanziamento per le azioni di promozione dei prodotti biologici. Nell’agosto scorso nell’ambito del “Piano Nazionale per l’agricoltura biologica e i prodotti biologici” era stato approvato il progetto presentato dalla Regione “Biopertutti: il biologico in Emilia-Romagna” e che aveva portato all'assegnazione di fondi per complessivi 136.823 euro.

Il bando attuale, approvato con la Delibera della Giunta regionale n. 1553/2011, è in applicazione della Delibera 2065/2008 che fissa i criteri generali per la concessione di contributi nel settore della produzione e commercializzazione del comparto biologico, e mette a disposizione per l’azione 3.2 “Promozione del bio al cittadino consumatore” del progetto regionale sopra indicato, 81.442 euro destinati allo svolgimento di una serie di attività di promozione rivolte ai cittadini.

"Le azioni finanziabili dovranno puntare ad aumentare le conoscenze dei consumatori sui prodotti derivanti da agricoltura biologica - afferma il consigliere regionale PD Tiziano Alessandrini - e potranno essere eventi pubblici, mercati e fiere specializzate, o potranno prevedere la realizzazione del relativo materiale informativo."

"Nel rispetto della normativa comunitaria che disciplina gli Aiuti di stato nel settore - sottolinea il consigliere PD - la Regione finanzierà queste attività alle associazioni bio riconosciute ai sensi della Legge Regionale 28/97 nella misura del 50% delle spese riconosciute ammissibili. Il programma di attività da trasmettere alla Regione per accedere al contributo dovrà essere presentato entro e non oltre il prossimo 31 dicembre. Le attività ammesse al finanziamento dovranno invece concludersi entro 5 luglio 2012."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento