rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Famiglie

La proposta della Consulta delle famiglie: "Chiusura domenicale a turno per i centri commerciali"

"Questa proposta della Consulta, già attuata da anni in alcune Regioni italiane, non solo garantirebbe un notevole e costante risparmio energetico, ma offrirebbe anche l’opportunità di nuovi tempi e spazi di vita famigliare alle tantissime persone che lavorano nei centri commerciali"

"Chiudere a turno i centri commerciali la domenica per concilare esigenze famigliari dei lavoratori e riduzione dei costi energetici". La proposta è della Consulta comunale delle Associazioni delle Famiglie di Forlì, guidata da Maria Cristina Terenzi. La Consulta comunale delle Associazioni delle Famiglie ha ripreso la sua attività ordinaria dopo la pausa estiva e, "prima di cominciare a strutturare la programmazione del prossimo anno, ma anche per interrogarci sull'impatto che questo organismo ha sulle attività dell'amministrazione comunale, ci siamo posti una duplice domanda: "cosa la politica chiede alla famiglia e cosa la famiglia chiede alla politica?", esordisce Terenzi.

"Le risposte - argomenta - hanno espresso una sostanziale convergenza sulla necessità che la famiglia e la politica non cedano alla tentazione di interventi esclusivamente assistenzialistici e recuperino la consapevolezza che la famiglia è un soggetto fondamentale del tessuto sociale per le relazioni intergenerazionali che lo compongono, per il compito educante che lo contraddistingue, per le risorse culturali e produttive che esprime; pertanto è un soggetto capace di interloquire ed essere propositivo in ogni ambito della vita pubblica.

"Con soddisfazione possiamo ricordare che una delle proposte avanzate nel dicembre del 2021 dai 28 delegati delle associazioni della Consulta all'assessore Melandri, in occasione di una serata di confronto con la Giunta e il sindaco Gian Luca Zattini, è stato il coinvolgimento delle famiglie nella fruizione delle bellezze storiche e artistiche che la nostra città offre - ricorda Terenzi -. Notizie apparse recentemente sulla stampa attestano che la proposta non solo è stata accolta, ma anche realizzata con grande successo dato il sold out registrato nelle tredici iniziative offerte gratuitamente quest’anno alle famiglie dalla Amministrazione comunale”.

“Nel corso della riflessione - continua la presidente della Consulta - non è mancato un appello-provocazione legato all'emergenza energetica che impone a tutti misure di austerità e soprattutto un improrogabile ripensamento dei nostri stili di vita. L'ipotesi prospettata in questi giorni dall'iper Punta di Ferro di ridurre al minimo le luminarie natalizie (notizia riportata da ForlìToday, ndr) per un necessario risparmio energetico comporterebbe certamente questo beneficio oltre ad evidenziare il forzato ridimensionamento delle spinte consumistiche che hanno sempre caratterizzato questo periodo dell’anno, ma una simile soluzione strettamente circoscritta alle festività natalizie pare ben poco lungimirante e adeguata alla situazione che stiamo vivendo".

Per Terenzi, "una scelta a lungo termine e anche più proficua sarebbe la chiusura a turni degli esercizi commerciali nelle giornate festive. Questa proposta della Consulta, già attuata da anni in alcune Regioni italiane, non solo garantirebbe un notevole e costante risparmio energetico, ma offrirebbe anche l’opportunità di nuovi tempi e spazi di vita famigliare alle tantissime persone che lavorano nei centri commerciali. Non si intende ostacolare le famiglie che si dedicano agli acquisti o alla spesa domenicale, bensì venire incontro alle famiglie dei lavoratori divise dai turni imposti nei giorni festivi".

"Siamo consapevoli che per molti commercianti i ricavi si concentrano proprio nel week-end ed infatti la proposta sarebbe quella delle aperture a turno, similmente a tutti gli esercizi di pubblica utilità come le farmacie - conclude -. Una scelta a lungo termine e adeguata ai tempi che viviamo, deve tener conto delle molteplici esigenze di tutti, tentando di conciliarle e non contrapporle come accade ora con le aperture nei giorni festivi che costringono tanti lavoratori e lavoratrici a non stare in famiglia proprio quel giorno in cui i figli non vanno a scuola e magari il coniuge non va al lavoro. Un giorno che anche per loro potrebbe essere dedicato a frequentare quelle bellezze storiche e artistiche che offre la nostra città".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La proposta della Consulta delle famiglie: "Chiusura domenicale a turno per i centri commerciali"

ForlìToday è in caricamento