Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Santa Sofia

Prosegue il restauro del rifugio di San Paolo in Alpe: nuovi lavori da maggio

"Si tratta - spiega il sindaco di Santa Sofia, Daniele Valbonesi - del secondo stralcio di un più vasto intervento, iniziato nel 2018 con la realizzazione del rifugio"

L'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese ha consegnato i lavori di restauro conservativo della porzione di rudere adiacente al rifugio di San Paolo in Alpe alla ditta Zambelli. "Si tratta - spiega il sindaco di Santa Sofia, Daniele Valbonesi - del secondo stralcio di un più vasto intervento, iniziato nel 2018 con la realizzazione del rifugio. Sono compresi nell'intervento il consolidamento dei muri perimetrali del rudere, il ripristino tipologico dell'ex forno a legna e la risoluzione di alcuni problemi emersi in questi primi anni di gestione del rifugio, come il miglioramento dell'impermeabilizzazione delle fondazioni e la realizzazione di un piccolo camino all'interno del locale adibito a bivacco".

Oltre alla ditta Zambelli l'appalto vede come direttore lavori l'ingener Alberto Camporesi e come responsabile unico del procedimento Gianluca Ravaioli. Il cantiere prenderà il via nel mese di maggio. L'importo dei lavori ammonta complessivamente ad 154.639,31 euro ed è finanziato in parte (circa 120 mila euro) con fondi della Regione Emilia Romagna a valere sulla Misura 8.5 del Psr 2014-2020, in parte con fondi dell'Unione di Comuni da proventi della gestione del demanio forestale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prosegue il restauro del rifugio di San Paolo in Alpe: nuovi lavori da maggio

ForlìToday è in caricamento