Vai vai di clienti: scoperta in centro un'altra "casa del piacere"

La donna è stata arrestata in flagranza di reato con le accuse di sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

C'era un appartamento, nel cuore del centro storico di Forlì, che catalizzava le attenzioni di decine e decine di uomini. Gli agenti della Squadra Mobile, diretti dal dirigente Mario Paternoster, hanno voluto vederci chiaro, scoprendo a distanza di pochi giorni un'altra “casa del piacere” a conduzione cinese. Coordinati dal sostituto procuratore Laura Brunelli, gli investigatori hanno “beccato” la maitresse: si tratta di una cinese di 43 anni, residente a Ferrara, in attesa del rinnovo del permesso di soggiorno.

La donna è stata arrestata in flagranza di reato con le accuse di sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della Questura di Corso Garibaldi, la matrona riceveva le telefonate dei clienti (raggiunti attraverso annunci sul web) dell’appartamento forlivese, negoziando il prezzo della prestazione. A prostituirsi era una connazionale di 41 anni. Il blitz è scattato martedì pomeriggio quando i poliziotti hanno avuto la certezza della presenza della coordinatrice.

Dopo alcune ore di appostamento, gli agenti hanno fatto irruzione dopo aver accertato la consumata prestazione sessuale di un cliente. In casa vi era anche un'altra prostituta, sempre cinese, di 43 anni. Nel corso della perquisizione sono stati trovati profilattici, le utenze telefoniche indicate negli annunci e la somma di 4600 euro, ritenuta provento dell'illecita attività. La maitresse è stata associata nel carcere di Forlì in attesa della convalida.

Le due connazionali sono state denunciate a piede libero per aver violato la normativa inerente il soggiorno illegale sul territorio nazionale. Sono state successivamente munite di un provvedimento di allontanamento. Nell'ambito dell'attività investigativa è stato denunciato anche un cinese di 42 anni, residente nel Bolognese, per aver prestato prestata nella fase nella fase preparatoria delle attivita’ illecite, un supporto relativamente alla locazione dell’unita’ immobiliare. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento