Via-vai di furgoni dei rifiuti, auto messe come blocco della strada per protesta

Momenti di tensione a Civitella, nella mattinata di lunedì, quando per protesta sono state disposte delle auto nella zona del cimitero comunale per bloccare il transito dei furgoni

Momenti di tensione a Civitella, nella mattinata di lunedì, quando per protesta sono state disposte delle auto nella zona del cimitero comunale per bloccare il transito dei furgoni della raccolta dei rifiuti differenziati di Alea. I mezzi, di piccole dimensioni, conferiscono in un rimorchio più grande, con funzione di compattatore, stabilmente parcheggiato nella zona del cimitero, questo comporta un via-vai, diversi giorni alla settimana, di mezzi di Alea o di appaltatori, con continue operazioni di trasbordo dei rifiuti.

Gabriele Canestrini, direttore della Bmcr, azienda specializzata nel recupero e riciclo dei rifiuti industriali, che si trova proprio nel piazzale che è stato adibito a “punto di raccolta” dei rifiuti  pensa anche di avviare una raccolta firme: “Abbiamo chiamato anche i Carabinieri forestali, che ci hanno invitato a sporgere denuncia, ma non sono venuti sul posto a documentare la situazione”. La protesta riguarda il continuo traffico e relativa sporcizia, si teme inoltre dal punto di vista ambientale per eventuali percolati dal compattatore, nonché l'uso non consono della strada pubblica per un'attività connessa allo smaltimento dei rifiuti. Per questo alcuni mezzi aziendali sono stati disposti in modo tale da impedire per alcune ore il raggiungimento del compattatore, che alla fine è stato rimorchiato e spostato altrove, per far riprendere le normali attività di raccolta dei rifiuti. Canestrini lamenta anche la mancanza di risposte: “Ho mandato una Pec al sindaco da un mese e non abbiamo avuto risposta”.

La rabbia però traspare anche nei confronti del sistema di raccolta dei rifiuti: “Con questo sistema non c'è alcun vantaggio ambientale, l'unico effetto positivo è solo che la gente è maggiormente sensibilizzata e, a differenza di prima, si domanda 'E questo dove lo butto?' – espone la sua opinione Canestrini -. Nella nostra azienda effettuiamo un paziente riciclo, facendo analisi chimiche, controllando cosa si può recuperare dei materiali. Che ce la vengano a fare proprio sotto il naso, proprio no”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

mezzo alea compattatore 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saette, tuoni e brusco calo delle temperature. E c'è una nuova allerta temporali

  • Prima sfuriata temporalesca nel Forlivese, venti oltre i 70 km/h: crollano diversi alberi

  • Esce di strada e finisce con l'auto contro la recinzione di una casa: è grave

  • Saetta colpisce e incendia un'insegna pubblicitaria sulla Cervese

  • Attesi altri temporali, l'allerta meteo comunicata al telefono: "Ridurre gli spostamenti"

  • Piscine, acconciatori ed estetisti: una nuova ordinanza per chiarire i protocolli anti-Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento