menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La città che non va, imbrattamenti sui muri e cittadini impotenti

Scritte e imbrattamenti danno ai cittadini senso di impotenza. E quando le scritte sono a sfondo politico c'è chi si allarma ancora di più. E' il contenuto della una nuova segnalazione

Scritte e imbrattamenti danno ai cittadini senso di impotenza. E quando le scritte sono a sfondo politico c’è chi si allarma ancora di più. E’ il contenuto della una nuova segnalazione che arriva per l’iniziativa “La città che non va”, la raccolta di segnalazioni dei cittadini su cosa non funziona a Forlì. Parallelamente è sempre aperta (e invitiamo i lettori ad “usarla”), l’altra iniziativa speculare: la raccolta per la “Forlì che funziona”, che mira a rendere pubblici i tanti buoni esempi di cui pure la città è piena. Per inviare la tua segnalazione (non anonima e munita di materiale fotografico: redazione@romagnaoggi.it)

SCRITTE ANARCHICHE ALLA CAVA

Scrive una lettrice, che si firma e chiede il riserbo: “Nel mio quartiere, la Cava, numerosissimi sono gli imbrattamenti di matrice "anarchica". La tolleranza nei confronti di questi atti vandalici e imbrattamenti genera nel cittadino la sensazione di essere poco importante per i suoi amministratori. Inoltre i recenti atti vandalici in Val Susa indicano il rischio nel tollerare questi atti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento