rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Predappio

Meris da San Savino torna a "La prova del cuoco": c'è in palio la finale

L'azdora di San Savino di Predappio se la dovrà vedere fino a venerdì col giovane Davide Zambelli di Trento

Ed è arrivato il momento della semifinale. Meris Spadaccini, l'operatrice sanitaria all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano, è tornata negli studi de "La prova del cuoco" di Rai per partecipare fino a venerdì alla gara del cuochi, la "Champions League" dei fornelli amatoriali del programma di Antonella Clerici. L'azdora di San Savino di Predappio se la dovrà vedere col giovane Davide Zambelli di Trento. Per passare il turno servirà mostrare la loro abilità in cucina. A mettere pepe alla competizione, innalzandone contemporaneamente il livello, la presenza di una giuria di esperti, composta da Tinto, Federico Quaranta e da Lidia Bastianich.  E la prima gara non ha sorriso a Meris, affiancata da Cesare Marretti: il paniere presentava come ingredienti noce di vitello, salame strolghino, ricotta di mucca, friggitelli ed insalata cappucina.

Ai giudici sono state presentate caramelle rosse (con un concentrato di pomodoro) alla ricotta e salame con crema di friggitelli ed involtini di primavera. Ad accompagnare la cuoca romagnola a Roma la caposala Donatella Ciocca. Tuttavia, ha evidenziato Bastianich nel suo giudizio, "le caramelle non erano cotte all'interno e la salsa era un po' troppo sparsa". Secondo Tinto, "facendo la caramella si sono creati dei punti in cui la pasta era troppo spessa e quindi in quel punto li in bocca si sentiva la mancanza della cottura. Non era semplice, perchè cuocendo troppo l'estremità, si rischiava di scuocere il resto". Anche l'involito non ha soddisfatto: "Buono il sapore, ma il formaggio, troppo grosso, non si è sciolto nella cottura". Il primo punto della sfida è andata così al giovane Davide. Ma la sfida ai fornelli è ancora lunga.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meris da San Savino torna a "La prova del cuoco": c'è in palio la finale

ForlìToday è in caricamento