menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Provincia tra i migliori esempi di burocrazia

Anche la Provincia di Forlì-Cesena ha preso parte all'iniziativa Burò 2011, che si è tenuta a Ferrara alcuni giorni fa, presente con la propria struttura che gestisce i Sistemi informativi e informatici

Anche la Provincia di Forlì-Cesena ha preso parte all'iniziativa Burò 2011, che si è tenuta a Ferrara alcuni giorni fa. In particolare, la Provincia di Forlì-Cesena, presente con la propria struttura che gestisce i Sistemi informativi e informatici, che da anni è impegnata su questi temi di estrema rilevanza, ha presentato al pubblico presente a Burò 2011 i servizi costruiti su due importanti progetti, Moka Cms e Rilfedeur.

Il primo è il progetto Moka Cms, che consente di erogare servizi cartografici di nuova generazione, oltre che per gli enti locali, a professionisti e cittadini. Oltre ad offrire servizi che consentono facilità di consultazione e garantiscono completezza dei dati recuperabili, il MOKA CMS non richiede costose licenze di programmi per trattare i dati cartografici, essendo sufficiente un semplice browser internet. La Provincia di Forlì-Cesena ha rivestito, per la realizzazione di questo progetto, il ruolo di “ente pilota” per l’intera regione, con il compito di sperimentatore della soluzione che sarà disponibile a riuso per tutti gli enti che decideranno di utilizzarla.
 
Il secondo progetto, Rilfedeur, invece, assicura una forma di interazione rinnovata tra pubblica amministrazione e cittadini basata su una piattaforma ascrivibile ad un CRM (Customer Relationship Management) in grado di gestire il rapporto con la cittadinanza in modalità multicanale (telefono, sms, mail, web), consentendo di presentare lamentele, richieste di supporto per pratiche, segnalazione di fenomeni di degrado urbano, ecc. La presentazione di questo importante progetto è stata fatta in collaborazione con il dott. Rossetti della Polizia Municipale del Comune di Cesenatico, che riveste per questo progetto il ruolo di “comune pilota” per l'intera Provincia, con il ruolo di apripista per i successivi Comuni del territorio provinciale che hanno già deciso di utilizzarlo (17 Comuni).
 
La novità del progetto, che è una profonda rielaborazione e adattamento del progetto Rilfedeur realizzato esclusivamente per gestire le segnalazioni dei cittadini relative ad attività in carico alla Polizia Municipale, consiste nella possibilità di gestire all'interno della stessa piattaforma tutti i contatti tra cittadini e pubblica amministrazione coinvolgendo l'intera struttura amministrativa degli enti. L'utilizzo della piattaforma presso tutti gli enti del territorio consente la realizzazione di una vera e propria rete di comunicazione integrata tra i cittadini e la P.A. locale, che  rappresenta l'unica realtà esistente in Italia. In entrambi i progetti, il ruolo della Provincia è risultato fondamentale, sia per le professionalità informatiche e cartografiche presenti in Provincia e messe in campo sui progetti, ma anche per il ruolo sempre più evidente di centro servizi di tutti gli enti locali oramai consolidato in grado di supportare il dispiegamento tecnico ed organizzativo di complesse filiere progettuali.

Con questa iniziativa, la Regione Emilia-Romagna ha voluto promuovere i migliori esempi di “BUROcrazia” positiva, tra cooperazione e tecnologia. È stata l’occasione per comunicare e rendere noto i migliori risultati ottenuti dalle pubbliche amministrazioni della Regione sui servizi online realizzati nell’ambito del progetto Sistema a rete regionale, ora a disposizione degli enti locali e, quindi, al servizio di cittadini e imprese.
 
 
 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento